The Hollywood Vampires

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Hollywood Vampires.
Placca del Rainbow Bar and Grill indicante il loft dove risiedevano i membri del club

The Hollywood Vampires è stato un club per rockstar fondato da Alice Cooper negli anni settanta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli Hollywood Vampires sono nati nel 1972 a Los Angeles, sulla Sunset Strip, in un bar al piano superiore di un club chiamato Rainbow Bar and Grill. Quel club era un punto di riferimento per le rock star che vivevano o passavano dalla città californiana.

« Per entrare nel club, bastava bere più di tutti gli altri membri. In una sera normale, avrei potuto farmi una passeggiata e trovare lì John Lennon, Harry Nilsson, Keith Moon, travestiti come al solito da cameriera o da chauffeur. La settimana successiva avrebbero potuto esserci Bernie Taupin, Jim Morrison e Micky Dolenz. »

(Alice Cooper[1])

I principali membri del club erano Alice Cooper, Keith Moon, Ringo Starr, Micky Dolenz e Harry Nilsson.[2] Altri membri occasionali erano:

Supergruppo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Hollywood Vampires (gruppo musicale).

Nel 2015 Alice Cooper ha fondato un supergruppo in onore del club insieme a Johnny Depp e Joe Perry. La band ha pubblicato il suo album di debutto, Hollywood Vampires nel settembre dello stesso anno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hollywood Vampires, Corriere della musica. URL consultato il 1º ottobre 2015.
  2. ^ a b c d e Alice Cooper: Prime Cuts
  3. ^ (EN) Robert Sellers, An A-Z of Hellraisers: A Comprehensive Compendium of Outrageous Insobriety, pp. 126–127. URL consultato il 1º ottobre 2015.
  4. ^ a b (EN) Robert Rodriguez, Fab Four FAQ 2.0: The Beatles' Solo Years, 1970-1980, Backbeat Books, 2010, p. 196, ISBN 978-0-87930-968-8. URL consultato il 1º ottobre 2015.
  5. ^ a b Love And Poison, An Alice Cooper Interview
  6. ^ (EN) Les MacDonald, The Day the Music Died, Xlibris Corporation, 2010, p. 46, ISBN 978-1-4691-1356-2. URL consultato il 1º ottobre 2015.
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica