Welcome to My Nightmare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Welcome to My Nightmare
Artista Alice Cooper
Tipo album Studio
Pubblicazione marzo 1975
Durata 43 min : 29 s
Dischi 1
Tracce 11
Genere Hard rock
Rock progressivo
Glam rock
Etichetta Atlantic Records
Produttore Bob Ezrin
Registrazione Soundstage, Toronto
Plant East and Electric Lady, New York
A&R Studios, New York
Certificazioni
Dischi di platino Stati Uniti Stati Uniti
(Vendite: 1.000.000+)
Alice Cooper - cronologia
Album precedente
(1973)
Album successivo
(1976)

Welcome to My Nightmare è l'ottavo album in studio di Alice Cooper, uscito nel 1975 per la Atlantic Records.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il disco è indicato da tanti come il culmine della sua discografia e uno dei più rappresentativi dischi rock di tutti i tempi[senza fonte]. Esso è anche il primo disco di Alice da solista, dato che prima vi era una formazione ben precisa fino a Muscle of Love. Il disco è stato apprezzato non solo per la composizione musicale, ma anche per la teatralità che esso sprigiona. Un ospite speciale è l'attore Vincent Price, il quale presta la voce ad un personaggio facente parte del tema del disco, "Il Curatore". Welcome to My Nightmare è un concept album che narra la lenta e progressiva discesa nella follia attraverso le esperienze personali, gli incubi ed i deliri di un giovane chiamato Steven. Brani da menzionare di questo album sono la traccia omonima, "Devil's Food", "The Black Widow", "Only Women Bleed" e "Steven". Rolling Stone Magazine ha inserito la copertina del disco tra le 100 più belle di tutti i tempi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di Steven appare per la prima volta nel concept album Welcome to my nightmare.[1] L'album è un viaggio attraverso la mente di Steven, seriamente danneggiata. Egli vive in un incubo costante e noi siamo guidati attraverso questi sogni dal Curatore (interpretato da Vincent Price). Nella prima omonima canzone siamo accolti nell'incubo. Nella seconda, "Devil's Food", Steven è intrappolato nella rete di un ragno, e sta per essere mangiato da una Vedova nera. Il ragno, la rete e l'intero incubo sono solo nella sua mente, ma onnipresenti come una sorta di delirio, quindi Steven pensa di obbedire alla Vedova nera, così da salvarsi.

(EN)

« These words he speaks are true. We're all humanary stew, if we don't pledge allegiance to… The Black Widow »

(IT)

« Le parole che pronuncia sono vere. Siamo stufato di umani, se non ci pieghiamo al volere... della vedova nera »

(The Black Widow)

La canzone che segue si chiama "Some Folks", e leggendo fra le righe, si capisce che il protagonista ha sviluppato degli istinti omicidi.

Il tema della canzone "Only women bleed" offre una panoramica di rapporto uomo-donna sbilanciato, dove il ruolo femminile è svilito completamente, forse si tratta del punto di vista di Steven, del suo rapporto con le donne o forse di come vivevano il matrimonio i suoi genitori.

Nella canzone "Cold Ethyl", Steven racconta del proprio rapporto morboso con una donna morta che tiene conservata in frigorifero (appunto Ethyl).

In "Year Ago" l'ascoltatore torna indietro nel tempo, all'infanzia del protagonista; Steven era un bambino solo che si sentiva rifiutato dagli amici e dagli adulti e che forse ha covato rabbia inconscia nei confronti del prossimo, non riuscendo a trovare un modo di comunicare i propri pensieri e le proprie emozioni.

La canzone "Steven" ci conduce nel cuore dell'incubo: la trasformazione da un innocente bambino a killer sanguinario, attraverso una dissociazione che lo porta alla completa pazzia.

Nel brano "the Awaking" il protagonista riaffiora in se stesso come da un incubo, con le mani macchiate di sangue senza ricordare nulla dell'accaduto, l'incubo di Steven si conclude con la presunta fuga, o il desiderio di essa, narrata del brano "Escape".

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Welcome to My Nightmare – 5:19 (Alice Cooper, Dick Wagner)
  2. Devil's Food – 3:38 (Cooper, Bob Ezrin, Kelly Jay)
  3. The Black Widow – 3:37 (Cooper, Wagner, Ezrin)
  4. Some Folks – 4:19 (Cooper, Ezrin, Alan Gordon)
  5. Only Women Bleed – 5:49 (Cooper, Wagner)
  6. Department of Youth – 3:18 (Cooper, Wagner, Ezrin)
  7. Cold Ethyl – 2:51 (Cooper, Ezrin)
  8. Years Ago – 2:51 (Cooper, Wagner)
  9. Steven – 5:52 (Cooper, Ezrin)
  10. The Awakening – 2:25 (Cooper, Wagner, Ezrin)
  11. Escape – 3:20 (Cooper, Mark Anthony, Kim Fowley)

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

    • 1975: Only Women Bleed
    • 1975: Department of Youth
    • 1975: Welcome to My Nightmare

Componenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Album - Billboard 200 (Nord America)

Anno Classifica Posizione
1975 Billboard 200 5

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianni della Cioppa, HM - Il grande libro Heavy Metal, Giunti, 2011, pp. 45, 190.
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock