Tønsberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tønsberg
comune
Tønsberg – Stemma
Tønsberg – Veduta
Localizzazione
StatoNorvegia Norvegia
RegioneØstlandet
ConteaVestfold og Telemark våpen.svg Vestfold og Telemark
Amministrazione
CapoluogoTønsberg
SindacoPer Arne Olsen (FrP)
Lingue ufficialiNorvegese neutrale
Territorio
Coordinate
del capoluogo
59°17′53″N 10°25′25″E / 59.298056°N 10.423611°E59.298056; 10.423611 (Tønsberg)
Superficie329,26 km²
Abitanti57 026[1] (1 gennaio 2021)
Densità173,19 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale3101–3127
Fuso orarioUTC+1
ISO 3166-2NO-0704
Codice SSB3803
Nome abitantiTønsbergensar o Tønsbergenser
Cartografia
Mappa di localizzazione: Norvegia
Tønsberg
Tønsberg
Tønsberg – Mappa
Sito istituzionale

Tønsberg è un comune e una città della Norvegia situata nella contea di Vestfold og Telemark, nella zona sudorientale del paese.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale si affaccia sul Fiordo di Oslo e comprende la costa tra il centro abitato di Åsgårdstrand e l'estremo settentrionale dell'isola di Nøtterøy. Confina a nord con il comune di Holmestrand, a est con quello di Horten, a sud coi comuni di Færder e Sandefjord e a ovest con quello di Larvik.[2]

All'interno del territorio comunale si trovano cinque riserve naturali che tutelano foreste o aree umide.

IL centro abitato principale è la città di Tønsberg che con oltre 52.000 abitanti è una delle principali città del paese. In generale il comune è densamente popolato e con popolazione in crescita.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tønsberg è una delle più antiche città della Norvegia, citata da Snorri Sturluson nella Saga di Harald Hárfagri prima della Battaglia di Hafrsfjord che gli storici collocano nel 872 d.C. Su questa base la fondazione della città è stata collocata nell'871.

Ritrovamenti archeologici del 2011 sono stati datati al X secolo, la prima menzione in testi in lingua inglese risale al 1135 da parte dello storico Orderico Vitale.[2]

In epoca medievale la cittadina fiorì, nel 1201 vi fu l'assedio da parte del re Sverre I di Norvegia e della fazione dei Bagler, in epoca più tarda fu una delle tre città anseatiche norvegesi insieme a Bergen e Oslo.

Nel XIII secolo Haakon Haakonson costruì qui il suo castello, la fortezza di Tønsberg. La città venne poi distrutta da un incendio nel 1536 rimanendo però uno dei più importanti porti norvegesi.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La cattedrale luterana

Vi si trovano inoltre le rovine della fortezza, la chiesa di San Michele, il castello e il Vestfold Museum.

Nel 1904, in una fattoria nei pressi della città, fu ritrovata una nave vichinga, la nave di Oseberg ora ospitata presso il museo delle navi vichinghe di Oslo. Una copia esatta della nave è ancorata al posto della città.

Nell'area del monte Slottsfjell, compreso nel parco omonimo, si trovano le rovine dell'antica fortezza del XIII secolo. Nello Slottsfjell Museum e nella torre Slottsfjell situata poco distante sono allestite mostre sulla storia della città.[3]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Tønsberg è un importante centro portuale, vi si trovano industrie metallurgiche, cantieri navali, cartiere industrie del pellame e birrerie.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Riferimenti nell'arte[modifica | modifica wikitesto]

La città compare come uno dei collegamenti tra i film Marvel nelle scene di Thor, Captain America - Il primo Vendicatore, Thor: Ragnarok e Avengers: Endgame.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statistics Norway – Population and quarterly changes
  2. ^ a b (NO) Tønsberg, su snl.no. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  3. ^ (EN) The Slottsfjells Museum, su visitnorway.com. URL consultato il 27 dicembre 2020.
  4. ^ Simona Carradori, Universo Marvel: individuato un easter-egg ricorrente, relativo a Thor, che forse vi era sfuggito, su Best Movie, 10 agosto 2019. URL consultato il 10 agosto 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN132571308 · ISNI (EN0000 0004 0460 3343 · LCCN (ENn84064148 · GND (DE4243067-7 · BNF (FRcb12548624q (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n84064148
Norvegia Portale Norvegia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Norvegia