Susanna Beltrami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Susanna Beltrami in DanceHaus Milano

Susanna Beltrami (Verona, 21 agosto 1959) è una docente, danzatrice e coreografa italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una formazione classica in Italia, decide di seguire le correnti della danza contemporanea internazionale fin dagli anni ottanta.

Segue gli insegnamenti della coreografa Carolyn Carlson e dei ballerini Larrio Ekson e Jorma Uotinen[1]. Alla fine degli anni ottanta inizia periodi di formazione a New York nelle principali scuole della modern dance come quelle di Alvin Nikolais, Martha Graham[2] e Merce Cunningham[3][4]. In quegli anni studia presso la Merce Cunningham Dance Foundation di New York[5].

Dopo l'esperienza americana e dopo aver fondato a Verona il Centro Ricerca Danza approda a Milano dove inizia la sua carriera di formatrice e di coreografa. Qui riceve incarichi didattici per i corsi di formazione del Teatro alla Scala e per l'atelier di teatro-danza della Scuola d'arte drammatica Paolo Grassi[6].

A partire dal 1985 è ideatrice di vari lavori come Fuga in valzer (1986), Dressoir (1987) e Sopra un picco in Darien (1988)[3]. In seguito la Beltrami crea alcuni spettacoli ispirati al teatro e alla danza spagnoli come El amor brujo (1989), Diablo, Storia Flamenca (1990)[7][8][9], Blu Diablo (1995)[10][11]. Crea inoltre Hiatu Meju (1997) per gli allievi danzatori della Scuola d'arte drammatica "P. Grassi"[8][9][12], Blu Diablo (1995)[10][11]. Crea inoltre Hiatu Meju (1997) per gli allievi danzatori della Scuola d'arte drammatica "P. Grassi"[13].

Dal 1995 la Beltrami collabora con l'etoile Luciana Savignano, con la quale ha fondato nel 1998 la compagnia Pier Lombardo Danza e con la quale nel 2009 è coreografa di danza moderna nel talent show di Rai 2 Italian Academy 2[14]. Per la Savignano, la Beltrami ha ideato vari spettacoli fra cui Il suo nome.... Carmen[15] e Tango di luna[16].

Successivamente fonda l'accademia di danza DanceHaus a Milano[17][18][19].

Nel 2013 esce il film Italy amore mio del regista Ettore Pasculli dove la Beltrami interpreta sé stessa insieme a 150 dei suoi allievi e collaboratori[20].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Susanna Beltrami, su danzaestatesardegna.it. URL consultato il 18 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  2. ^ Giovanni Villani, Susanna Beltrami «La danza non è balletto», su larena.it, L'Arena, 11 febbraio 2012. URL consultato il 21 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 18 giugno 2014).
  3. ^ a b Danza e balletto, su books.google.it. URL consultato il 18 giugno 2014.
  4. ^ La danza secondo Susanna Beltrami: quando amore e sofferenza si fondono, su pourfemme.it, Pour Femme. URL consultato il 18 giugno 2014.
  5. ^ SUSANNA BELTRAMI (PDF), su teatrofrancoparenti.it. URL consultato il 18 giugno 2014.
  6. ^ ACCADEMIA SUSANNA BELTRAMI, su sipario.it. URL consultato il 18 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2013).
  7. ^ Diablo, passione e ossessione, su archiviostorico.corriere.it, Corriere della Sera. URL consultato il 19 giugno 2014.
  8. ^ a b Spagna, amante crudele, nella taverna del Diablo, su archiviostorico.corriere.it, Corriere della Sera. URL consultato il 19 giugno 2014.
  9. ^ a b (EN) Review/Dance; The Devil in a Son Applauded by His Father, su nytimes.com, The New York Times. URL consultato il 19 giugno 2014.
  10. ^ a b Luciana flamenca, su archiviostorico.corriere.it, Corriere della Sera. URL consultato il 18 giugno 2014.
  11. ^ a b DANZA: BLU DIABLO DEBUTTA AL CARCANO, su www1.adnkronos.com, Adnkronos. URL consultato il 18 giugno 2014.
  12. ^ Diablo, passione e ossessione, su archiviostorico.corriere.it, Corriere della Sera. URL consultato il 19 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2016).
  13. ^ Danze d'inverno con future Fracci, su archiviostorico.corriere.it, Corriere della Sera. URL consultato il 18 giugno 2014.
  14. ^ RAIDUE:ACADEMY, su www1.adnkronos.com, Adnkronos. URL consultato il 18 giugno 2014.
  15. ^ Savignano: «Vedrete una Carmen totalmente diversa», su ilgiornale.it, Il Giornale. URL consultato il 19 giugno 2014.
  16. ^ La milonga sensuale della Savignano Il corpo è emozione, su ricerca.repubblica.it, la Repubblica. URL consultato il 19 giugno 2014.
  17. ^ Conto alla rovescia per la «DanceHaus», su archiviostorico.corriere.it, Corriere della Sera. URL consultato il 18 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2016).
  18. ^ Nasce a Milano l'Accademia Danza diretta da Susanna Beltrami, su notedidanza.it, Note di Danza. URL consultato il 18 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2013).
  19. ^ Accademia DanceHaus, su iodanzo.com. URL consultato il 18 giugno 2014.
  20. ^ Italy amore mio contro la violenza sulle donne, su cinema.ilsole24ore.com, Il Sole 24 Ore. URL consultato il 18 giugno 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]