Stefania Filo Speziale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ambassador's Palace Hotel, già NH Hotels

Stefania Filo Speziale (Napoli, 1905Napoli, 1988) è stata un'architetta italiana.

Filo Speziale è stata la prima donna a laurearsi in architettura a Napoli (nel 1932). Inizia la carriera come assistente alla Facoltà di architettura di Napoli con il professor Marcello Canino, lavorando anche nel suo studio.

Nel 1937 partecipa al concorso per la Mostra d'Oltremare con la progettazione di alcuni padiglioni ed il loro restauro nel dopoguerra. Negli anni Trenta realizza abitazioni private a Napoli. Nel 1945 diventa membro dell’Istituto Nazionale di Urbanistica. Dopo la guerra l'attività di Stefania Filo Speziale si incentra sulla ricostruzione della città dai bombardamenti con la realizzazione di quartieri IACP, Gescal e INA-Casa.

A metà degli anni cinquanta progetta con Carlo Chiurazzi e Giorgio di Simone il primo grattacielo più alto di Napoli, della Cattolica Assicurazioni, e il cinema teatro Metropolitan, il più capiente della città, aperto nel 1948 in una grande cava sotto il palazzo Cellammare, a via Chiaia. Insieme a Chiurazzi e di Simone realizza anche il Palazzo Della Morte.

Tra i lavori di progettazione di quartieri popolari della Filo Speziale si possono annoverare partecipazioni e progetti come il Rione Traiano, il Complesso Soccavo-Canzanella e l'Unità d'abitazione Ponti Rossi. Suoi sono il progetto urbanistico e quello dei principali edifici del quartiere ad Agnano, nel 1953. Nel 1970 diventa docente ordinario, termina la carriera accademica nel 1980 a Napoli, dove aveva la cattedra di Composizione architettonica. Prima di morire, nel 1988, ha distrutto il suo intero archivio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Renato Nicolini, NapoliGuida. Itinerari di architettura moderna, a cura di Sergio Stenti e Vito Cappiello, 2ª ed., CLEAN Edizioni, 2010 [1998], ISBN 978-88-8497-104-3.
  • Marco Burrascano e Marco Mondello, Lo Studio Filo Speziale e il modernismo partenopeo. Palazzo Della Morte, CLEAN Edizioni, 2014, ISBN 978-88-8497-255-2.
  • MoMoWo, 100 works in 100 years, European women in architecture and design - 1918 - 2018, 2016, Torino - Ljubljana, ISBN 978-961-254-922-0
  • Carolina De Falco, Case INA e luoghi urbani. Storie dell’espansione occidentale di Napoli, CLEAN Edizioni, Napoli 2018, ISBN 978-88-8497-657-4
Controllo di autoritàVIAF (EN311756176 · ISNI (EN0000 0004 4352 5464 · LCCN (ENn2015060095 · WorldCat Identities (ENlccn-n2015060095