Stangata napoletana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stangata napoletana
Lingua originaleItaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1983
Generecommedia
RegiaVittorio Caprioli
SoggettoAugusto Caminito, Vittorio Caprioli
SceneggiaturaAugusto Caminito, Vittorio Caprioli, Elvio Porta
Casa di produzioneR.T.A. - RAI
FotografiaGiulio Albonico
MusicheAntonio Sinagra
Interpreti e personaggi

Stangata napoletana, conosciuto anche con il sottotitolo La trastola, è un film del 1983 diretto da Vittorio Caprioli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ultimo desiderio di Vito Fonseca morendo è quello di essere sepolto nella natia Napoli. E così è. Quando la giovane e bella moglie Fanny arriva a Napoli scopre che il marito aveva un figlio, Ferdinando, una moglie e una villa di cui è unica erede. È tutto una "trastola", una truffa, e Fanny si trova con 100 milioni di meno. Ma anche lei non è da meno e quando Don Vincenzo Coppola scopre l'inganno, Fanny si intromette nel gioco che vede al centro l'acquisto da parte di un gruppo di Marsiglia di una parte della costiera amalfitana. E tra inganni e controinganni, truffe e controtruffe, amori veri e amori falsi, la storia ha il suo lieto fine dove era iniziata: in America.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema