St. Blasien

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
St Blasien
comune
St Blasien – Stemma
Localizzazione
Stato Germania Germania
Land Flag of Baden-Württemberg.svg Baden-Württemberg
Distretto Friburgo in Brisgovia
Circondario Waldshut
Territorio
Coordinate 47°45′43″N 8°07′42″E / 47.761944°N 8.128333°E47.761944; 8.128333 (St Blasien)Coordinate: 47°45′43″N 8°07′42″E / 47.761944°N 8.128333°E47.761944; 8.128333 (St Blasien)
Altitudine 770 m s.l.m.
Superficie 54,36 km²
Abitanti 3 940 (2008-12-31)
Densità 72,48 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 79837
Prefisso 07672
Fuso orario UTC+1
Codice Destatis 08 3 37 097
Targa WT
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
St Blasien
St Blasien
Sito istituzionale

St. Blasien è un comune tedesco di 3.940 abitanti, situato nel land del Baden-Württemberg.

Il duomo di San Biagio, capolavoro dell'architettura neoclassica

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Posizione geografica[modifica | modifica wikitesto]

St. Blasien, stazione termale e climatica, si trova nella Foresta Nera meridionale, a sud dello Schluchsee nella valle dell'Alb. L'altitudine del suo territorio varia dai 600 metri ai 1.349 del massiccio del Feldberg.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Circa il 77 % del territorio è coperto da bosco, il 16% destinato a colture agricole, il resto occupato da insediamenti e vie di comunicazione.

Municipalità vicine[modifica | modifica wikitesto]

St. Blasien confina a nord con le municipalità di Feldberg e di Schluchsee del circondario di Brisgovia-Alta Foresta Nera, ad est con Häusern e Höchenschwand, a sud con Dachsberg e ad ovest con Ibach e Bernau im Schwarzwald.

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

La frazione di Menzenschwand

La città consiste del centro principale di St. Blasien e delle frazioni di Immeneich e Schlageten, con la località climatica di Menzenschwand ai piedi del Feldberg.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'anno 858 è attestata per la prima volta la presenza di un monastero benedettino a St. Blasien, nucleo di quella che nel tempo sarebbe diventata l'Abbazia di St.Blasien. La storia della città è sin da principio strettamente legata a quella del monastero, dal tardo Medioevo uno dei più importanti della Foresta Nera. Nel 1065 acquistò l'indipendenza dall'Impero governando sovrana sulle proprie terre. Fu centro promotore della riforma religiosa di Hirsau ed i suoi monaci fondarono le abbazie di Muri (1082), Ochsenhausen (1093), Stein am Rhein (1122) e Prüm (1132). Fino a tutto il secolo XVI continuò ad espandere i propri possessi nella Foresta Nera, includendo altre abbazie, villaggi e cittadine sveve. Posta sotto la protezione degli Asburgo, divenne una delle abbazie più potenti e ricche della regione. I suoi abati possedevano le signorie di Blumenegg, Bettmeringen, Gutenburg e dal 1609 divennero sovrani della contea di Bonndorf che gli dette il diritto di partecipare al collegio dei conti svevi. La vita del piccolo principato ecclesiastico fu turbata nel 1755 dalla rivolta di Saltpeter, quando un ricco possidente terriero, Martin Berger, capeggia una rivolta contro le tasse elevate imposte dagli abati.

Nel 1769 le riforme dell'imperatore Giuseppe II soppressero il principato ecclesiastico che viene dapprima assorbito nei domini dell'Ordine Teutonico. Fu secolarizzata nel 1806, quando gli ultimi monaci si spostarono all'abbazia di Sankt Paul im Lavanttal nella Carinzia austriaca.

Nel 1783, dopo un incendio, fu ricostruita la splendida chiesa duomo con la magnifica cupola di 63 metri di altezza.

In seguito venne impiantata negli edifici del monastero una delle prime industrie meccanizzate a nascere in Germania. Dal 1934 al 1939, e ancora dal 1946 in poi, i Gesuiti vi istituirono nel convento restaurato un collegio (Kolleg St. Blasien). Durante la seconda guerra mondiale gli edifici furono utilizzati come ospedale.

Principi abati sovrani[modifica | modifica wikitesto]

  • Gallo Haas 1532-1540
  • Simone Eusebio von Finck 1651-1720
  • Francesco II Schächtelin 1727-1747
  • Mainardo Troger 1747-1764
  • barone Martino Gerberto von Hornau 1764-1793
  • Bernardo Rottler 1793-1806
St. Blasien nel 1906
L'interno del duomo

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

La città è sede dell'unione di comuni (Gemeindeverwaltungsverbands) "St. Blasien", cui appartengono anche i comuni di Bernau, Dachsberg, Häusern, Höchenschwand, Ibach e Todtmoos.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Duomo di St. Blasien[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Duomo di St. Blasien.

Dopo l'incendio del 1768 l'edificio venne ricostruito dall'architetto Pierre Michel d'Ixnard fra il 1768 e il 1781 in forme neoclassiche. La cupola misura 46 metri di larghezza e 63 metri di altezza, ciò ne fa una delle più grandi cupole in edifici di culto d'Europa.

Sanatorio di St. Blasien[modifica | modifica wikitesto]

La data di fondazione è il 1892: nei decenni successivi si sviluppò sino a diventare una delle più conosciute stazioni climatiche della Germania. Oggigiorno la Lungenfachklinik St. Blasien è comunque conosciuta oltre i confini della regione: vi si trattano tutte le forme di disturbi respiratori, come le bronchiti croniche, l'asma bronchiale, i tumori polmonari, i disturbi del sonno.

Manifestazioni culturali[modifica | modifica wikitesto]

Ogni estate nel Duomo si tiene una stagione di concerti fra la fine di giugno e l'inizio di settembre, con esibizioni di famosi cori, orchestre ed organisti.

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

St. Blasien è raggiungibile dalle principali città della Germania e della Svizzera tramite automobile: dalla A5 (Autobahn 5) Francoforte - Basilea, con uscita a Freiburg/Mitte, quindi con la B31 (Bundesstraße 31) direzione Titisee; dalla A81 Stoccarda - Singen, con uscita a Donaueschingen, quindi con la B31 direzione Titisee. Dal Titisee si prosegue sulla B500.

La stazione ferroviaria più vicina è quella di Waldshut, servita dalla Höllentalbahn che a Friburgo in Brisgovia si collega alla linea internazionale Francoforte-Basilea.

L'aeroporto più vicino è quello di Zurigo-Kloten, a circa 60 chilometri.

Città gemellate[modifica | modifica wikitesto]

St. Blasien mantiene relazioni di gemellaggio con:

  • Saint-Blaise, in Svizzera, dal 1961
  • Le relazioni con Klingnau nel Canton Argovia risalgono al 1250, quando il monastero vi fondò una parrocchia nei propri possedimenti
  • Radici storiche altrettanto antiche sono alla base del gemellaggio, dal 1964, con Sankt Paul im Lavanttal, poiché il monastero là ubicato diede accoglienza agli ultimi monaci dell'abbazia di St. Blasien.

Persone legate a St. Blasien[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Stemma del circondario Landkreis Waldshut Città e comuni del circondario di Waldshut Stemma del Baden-Württemberg

Città:   Bad Säckingen · Bonndorf im Schwarzwald · Laufenburg (Baden) · St. Blasien · Stühlingen · Waldshut-Tiengen · Wehr
Comuni:   Albbruck · Bernau im Schwarzwald · Dachsberg (Südschwarzwald) · Dettighofen · Dogern · Eggingen · Görwihl · Grafenhausen · Häusern · Herrischried · Höchenschwand · Hohentengen am Hochrhein · Ibach · Jestetten · Klettgau · Küssaberg · Lauchringen · Lottstetten · Murg · Rickenbach · Todtmoos · Ühlingen-Birkendorf · Weilheim · Wutach · Wutöschingen

Controllo di autorità GND: (DE4051589-8
Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania