Spera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Spera (disambigua).
Spera
ex comune
Spera – Stemma Spera – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
Data di soppressione31-12-2015
Territorio
Coordinate46°04′N 11°31′E / 46.066667°N 11.516667°E46.066667; 11.516667 (Spera)Coordinate: 46°04′N 11°31′E / 46.066667°N 11.516667°E46.066667; 11.516667 (Spera)
Altitudine557 m s.l.m.
Superficie3,25 km²
Abitanti583[1] (31-12-2015)
Densità179,38 ab./km²
Comuni confinantiSamone, Scurelle, Strigno
Altre informazioni
Cod. postale38059
Prefisso0461
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT022178
Cod. catastaleI889
TargaTN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona F, 3 253 GG[3]
Nome abitantisperati
Patronosanta Apollonia
Giorno festivo9 febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Spera
Spera

Spera (localmente Spèra[4]) è un località italiana di 583 abitanti della provincia di Trento in Trentino-Alto Adige.

Faceva parte del comprensorio della Bassa Valsugana e Tesino (C3).

A partire dal 1º gennaio 2016 si è fuso con i comuni di Strigno e Villa Agnedo per formare il nuovo comune di Castel Ivano.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

L'ex municipio di Spera

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN238763534