Spaghetti manga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il termine Spaghetti Manga indica un fumetto realizzato da autori italiani che imita il disegno, i temi e gli stili dei manga giapponesi. La prima casa editrice a sperimentare lo Spaghetti Manga fu la Comic Art con il gruppo Infinity Studio, fondato da Lorenzo Bartoli e Giovanni Tarquini, che nel marzo 1997 realizzerà due miniserie entrambe di tre numeri che godranno di scarso successo: Pugno![1] e Techno Kid[2] entrambe di Roberto Recchioni.

Case editrici di Spaghetti Manga[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni in Italia, sono nate diverse case editrici specializzate in Spaghetti Manga che pubblicano sia in digitale che in volume cartaceo, riuscendo a raggiungere non solo il successo di pubblico nazionale ma anche quello estero. Nel 2000 nasce la Shockdom Edizioni che pubblica Spaghetti Manga nella collana dedicata chiamata "Fusion", tra i lavori più importanti Greedy Flower ed AEON. Altra casa la Kasaobake con alcuni esempi quali Ale & Cucca e Hien. Mangasenpai pubblica Spaghetti manga in formato digitale sia per il mercato italiano che estero e volumi cartacei, divenuta famosa per la pubblicazione del manfra (manga alla francese) Radiant di Tony Valente e di Spaghetti manga come The Promise e Devil's Joke. Nel 2017 nasce a Messina la Upper Comics ha creato anche una sua rivista digitale mensile, chiamata Upper Ground, su cui vengono pubblicati i capitoli dei manga della casa editrice per essere raccolti in seguito in formato cartaceo e che conta di oltre una decina di titoli tra i più rappresentativi Hard'N'Steel e Almost Dead.[3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guida Fumetto Italiano, Guida Fumetto Italiano, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 23 settembre 2018.
  2. ^ Guida Fumetto Italiano, Guida Fumetto Italiano, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 23 settembre 2018.
  3. ^ Dai manga in Italia ai manga italiani: Cao, Filosa, Vanzella, su Fumettologica.it. URL consultato il 23 settembre 2018.
  4. ^ Spaghetti Manga, il fumetto nipponico si tinge del tricolore italiano, su Primapaginaonline.org. URL consultato il 23 settembre 2018.