Soprana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Soprana
ex comune
Soprana – Stemma Soprana – Bandiera
Soprana – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Biella-Stemma.svg Biella
Amministrazione
SindacoMichele Role Mucet (lista civica Insieme per Soprana) dal 25/05/2014
Data di soppressione31-12-2018
Territorio
Coordinate45°35′52″N 8°13′04″E / 45.597778°N 8.217778°E45.597778; 8.217778 (Soprana)Coordinate: 45°35′52″N 8°13′04″E / 45.597778°N 8.217778°E45.597778; 8.217778 (Soprana)
Altitudine450 m s.l.m.
Superficie5,33 km²
Abitanti697[1] (30-11-2018)
Densità130,77 ab./km²
FrazioniBaltigati, Cerreia, Cerruti, Lanvario (sede comunale), Molinengo
Comuni confinantiCurino, Mezzana Mortigliengo, Trivero
Altre informazioni
Cod. postale13835 (già 13834)
Prefisso015
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT096062
Cod. catastaleI835
TargaBI
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 895 GG[3]
Nome abitantisopranesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Soprana
Soprana
Sito istituzionale

Soprana (Sopran-a in piemontese) è stato un comune italiano sparso di 697 abitanti della provincia di Biella, in Piemonte. La sede comunale era collocata nella frazione Lanvario.[4]

Dal 1º gennaio 2019 si è fuso con i comuni di Mosso, Trivero e Valle Mosso per dare vita al nuovo comune di Valdilana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa parrocchiale

Il paese era in origine, con Mezzana, Casapinta, Crosa e Strona, uno dei cinque cantoni che componevano la comunità del Mortigliengo. Fino al XIII secolo questo territorio rimase quasi deserto e fu sede di una estesa foresta, che attorno all'anno Mille l'imperatore Ottone III donò al vescovo di Vercelli. L'insediamento umano nella zona divenne quindi più denso e si stabilizzò; la sede parrocchiale era a Mezzana e nel 1243 il territorio passò sotto il controllo del Comune di Vercelli. Nel 1351 il Mortigliengo fu ceduto alla famiglia Visconti e da questa, nel 1373, tornò nuovamente alla curia vercellese. Gli abitanti della zona, analogamente a quelli di Biella, fecero atto di dedizione a Casa Savoia per evitare di ricadere sotto la signoria del vescovo Giovanni Fieschi, inviso alla popolazione. Nel 1627 i centri abitati del Mortigliengo, che nel frattempo era stato elevato al rango di marchesato, si separarono tra di loro costituendo comuni autonomi; Soprana rappresenta la parte settentrionale dell'antica comunità.[5]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Parrocchia di San Giuseppe, a Lanvario. La sua costruzione iniziò nel 1652; il campanile risale al 1718 mentre il porticato esterno, di gusto neoclassico, fu aggiunto e metà Ottocento.
  • Mulino Susta. L'edificio è un antico mulino ad acqua sul torrente Ostola e fa parte dell'Ecomuseo del Biellese. Risale al Seicento ed in passato, oltre che per la produzione di farine, era utilizzato per la pesta della canapa.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Maria Emilia Pera Mut lista civica Sindaco
2009 2014 Massimo Foglizzo lista civica Soprana che cresce Sindaco
2014 31/12/2018 Michele Role Mucet lista civica Insieme per Soprana[7] Sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune ha fatto parte della soppressa Comunità montana Val Sessera, Valle di Mosso e Prealpi Biellesi, mentre fino al 2010 apparteneva alla Comunità montana Valle di Mosso, abolita in seguito all'accorpamento disposto dalla Regione Piemonte nel 2009.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2018.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Comune di Soprana, sul sito istituzionale www.comune.soprana.bi.it Archiviato il 12 febbraio 2013 in Internet Archive. (consultato nel luglio 2013)
  5. ^ Comuni della Provincia di Biella, AA.VV; Nerosubianco edizioni, Cuneo, 2005
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Comune di Soprana, La Repubblica; risultati on-line su www.repubblica.it (consultato nel giugno 2014)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte