Sin-le-Noble

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sin-le-Noble
comune
Sin-le-Noble – Stemma
Sin-le-Noble – Veduta
La chiesa di San Martino
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneAlta Francia
DipartimentoBlason département fr Nord.svg Nord
ArrondissementDouai
CantoneSin-le-Noble
Territorio
Coordinate50°22′N 3°07′E / 50.366667°N 3.116667°E50.366667; 3.116667 (Sin-le-Noble)
Superficie11,53 km²
Abitanti16 466[1] (2009)
Densità1 428,1 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale59450
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE59569
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Sin-le-Noble
Sin-le-Noble
Sito istituzionale

Sin-le-Noble è un comune francese di 16.466 abitanti situato nel dipartimento del Nord nella regione dell'Alta Francia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

«Stemma di nero, a tre covoni di grano d'oro, legati di rosso.»

Lo stemma riproduce il blasone della famiglia d'Aoust de Jumelles, originaria di Vimeu. La città di Jumel, nel dipartimento della Somme, ha adottato lo stesso emblema poiché sia la signoria di Sin-le-Noble che quella di Jumel nel 1626 furono affidate, da parte del governo dei Paesi Bassi spagnoli, a messer Michel d'Aoust de Jumelles, cavaliere e prevosto[2] di Cambrai.[3] Anche il comune di Oust-Marest ha ripreso lo stemma della famiglia d'Aoust, ma con smalti diversi.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Croix de Guerre 1939-1945 con stella d'argento - nastrino per uniforme ordinaria Croix de Guerre 1939-1945 con stella d'argento
— 11 novembre 1948[3]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ Il prevosto (prévôt) era un funzionario dell'amministrazione demaniale nella Francia dell'Ancien Régime.
  3. ^ a b (FR) Histoire / Patrimoine, su Mairie de Sin-le-Noble. URL consultato il 1º luglio 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN168118860 · LCCN (ENn93073763 · BNF (FRcb152671410 (data) · J9U (ENHE987007535458205171 · WorldCat Identities (ENlccn-n93073763
  Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia