Siemens-Halske Sh 22

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Siemens-Halske Sh 22
Bramo 322 - BMW-Bramo 322
Descrizione
CostruttoreGermaniaGermania Siemens-Schuckertwerke
Germania Bramo
Germania BMW
Tipomotore radiale
Numero di cilindri9
Raffreddamentoad aria
Alimentazionecarburatore
DistribuzioneOHV 2 valvole per cilindro
Compressorecentrifugo a singolo stadio
Dimensioni
Lunghezza1 285 mm
Diametro1 324 mm
Cilindrata26,8 L
Alesaggio154 mm
Corsa160 mm
Rapporto di riduzione1,6:1
Rapporti di compressione
Rap. di compressione5,2:1
Peso
A vuoto465 kg
Prestazioni
Potenza600 PS (442 kW)
Potenza specifica16,49 kW/L
Rapporto peso-potenza0,95 kW/kg
Combustibilebenzina 80 ottani
Note
dati riferiti al modello SAM 22B tratti da Siemens Jahrbuch 1928: Flugzeugmotoren der Siemens & Halske AG [1]
voci di motori presenti su Wikipedia

Il Siemens-Halske Sh 22, citato anche come SAM 22 o semplicemente Siemens Sh 22, era un motore aeronautico radiale a 9 cilindri raffreddato ad aria prodotto dall'azienda tedesca Siemens-Schuckertwerke negli anni trenta.

Sviluppo del britannico Bristol Jupiter, come gli altri motori della gamma l'azienda tedesca, che era controllata dalla Siemens-Halske AG, utilizzava il marchio dell'azienda madre. In seguito, a causa dello scorporo, nel 1936, della sezione motoristica e la fondazione della Brandenburgische Motorenwerke GmbH (Bramo), confluita a sua volta, nel 1939, nella BMW GmbH, continuò ad essere prodotto e sviluppato dalle due aziende con la denominazione RLM Bramo 322 ed in seguito BMW-Bramo 322.

In una sua versione intermedia, la Sh 22B (o SAM 22B), prodotta nei primi anni trenta era caratterizzata dall'adozione di un compressore centrifugo a singolo stadio e di un riduttore epicicloidale interposto al mozzo dell'elica. La potenza erogata di questa versione, grazie ai miglioramenti introdotti dalla Bramo, risultava di 660 PS (485 kW).

Velivoli utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Germania Germania

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Michiel Hooijberg in Bungartz.nl.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]