Sebastiane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Sebastiane (film))
Jump to navigation Jump to search
Sebastiane
Titolo originaleSebastiane
Paese di produzioneRegno Unito
Anno1976
Durata90 min
Generedrammatico, storico
RegiaDerek Jarman, Paul Humfress
SceneggiaturaDerek Jarman, Paul Humfress, James Whaley
ProduttoreHoward Malin, James Whaley
Casa di produzioneMegalovision
Distribuzione (Italia)P.A.C. Produzioni Atlas Cinematografica
FotografiaPeter Middleton
MontaggioPaul Humfress
MusicheBrian Eno, Andrew Thomas Wilson
Interpreti e personaggi

Sebastiane è il primo lungometraggio di Derek Jarman, del 1976.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film segue le vicende di un avamposto di un esercito romano in cui alcuni soldati si abbandonano al piacere omosessuale.

Un centurione romano dimostra un interesse particolare per Sebastiano (Leonardo Treviglio), che però rifiuta le sue avances. L'ufficiale, indispettito, martirizzerà infine il ritroso prigioniero legandolo a un palo e facendolo trafiggere dalle frecce.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La premiere del film fu in Inghilterra, nel dicembre del 1976, mentre in Italia verrà distribuito dalla P.A.C. nell'estate del 1977, in versione originale con sottotitoli in italiano, alleggerito della "intera sequenza in cui i due giovani soldati si carezzano con insistenza" e con un divieto ai minori di 18 anni.

Nel giugno del 1988 viene distribuito in videocassetta dalla General Video in una versione della durata di 80 minuti, al costo di 120.000 lire.

Il 22 giugno del 2005 esce per la prima volta in DVD, grazie alla Raro Video, nella versione integrale di 90 minuti.

Commento[modifica | modifica wikitesto]

Sebastiane è un controverso film del 1976, scritto e diretto da Derek Jarman e Paul Humfress.

Jarman riprende una versione apocrifa della vita di san Sebastiano, in circolazione solo dagli inizi del XX secolo e dal Martyre de Saint Sébastien di Gabriele D'Annunzio, ma assai diffusa all'interno della comunità gay, che faceva del giovane soldato l'amante dell'imperatore. Coinvolto in un attentato all'imperatore, il giovane cristiano viene inviato al confino sotto scorta.

Jarman scelse questo film per proporre immagini d'intimità fisica fra uomini, mostrati in nudità totale (cosa all'epoca ancora rara e molto trasgressiva) ed anche mentre amoreggiano, in scene deliberatamente romantiche e liriche, ma anche molto sensuali. E la maggior parte delle polemiche che questo film sollevò derivano proprio da questi due aspetti, la nudità e la presenza di rapporti omosessuali tra i soldati romani che montano la guardia a Sebastiano.

Ciò che rende questo film particolare è il fatto di essere stato girato completamente in latino. Per questo è l'unico film mai girato in Inghilterra e distribuito con sottotitoli in inglese.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Per maggior realismo, il copione fu portato a un classicista, che ne tradusse il linguaggio erotico in latino colloquiale.
  • Il titolo, che spesso si sente pronunciare all'inglese, "Sebàstian", essendo un vocativo latino ("O Sebastiano!"), va pronunciato all'italiana: "Sebastiàne".
  • Gli esterni del film furono girati in Sardegna, in Costa Verde e precisamente a Cala Domestica. La torre, di epoca sabauda, che si vede è una delle poche costruzioni presenti all'interno di un paesaggio perlopiù desertico. Interessante è la testimonianza di Leonardo Treviglio nel libro Scandalo al cinema!, curato da RaiCinema e abbinato nel 2000 a un numero della rivista Ciak.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]