Se fossi deputato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se fossi deputato
Paese di produzioneItalia
Anno1949
Durata90 minuti
Dati tecniciB/N
Generecommedia
RegiaGiorgio Simonelli
SoggettoVittorio Metz, Marcello Marchesi
SceneggiaturaVittorio Metz, Marcello Marchesi, Giorgio Simonelli
ProduttoreTullio Bucci
Casa di produzioneBucci Film, Herald Pictures
Distribuzione (Italia)Bucci Film
FotografiaTino Santoni
MontaggioGiuseppe Vari
MusicheCarlo Alberto Rossi
ScenografiaEnzo Trapani
Interpreti e personaggi

Se fossi deputato è un film del 1949 diretto da Giorgio Simonelli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Angelino è un provinciale sognatore: vorrebbe fare il cinema ma le ricche zie, con cui vive e che lo tengono nella bambagia, lo vorrebbero alla Camera e l'avviano alla carriera di deputato. Dal suo paese, Monte Capra, si trasferisce a Roma e milita nelle fila del Partito Conservatore. Nella capitale si trova impelagato con un ambiguo produttore cinematografico, che lo convince a finanziare i suoi film. Angelino è così costretto a spillare continuamente quattrini alle zie. Questo finché, dopo le elezioni, un omonimo di Angelino diventa deputato del Partito Socialista Agrario della Sicilia. Credendo che si tratti di lui, il paese di Angelino si prepara a festeggiare il suo successo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema