Scaramuccia Trivulzio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scaramuccia Trivulzio
cardinale di Santa Romana Chiesa
Artista milanese, Scaramuccia di Gianfermo Trivulzio, 1518-25 ca..JPG
Medaglia raffigurante Scaramuccia di Gianfermo Trivulzio, opera di un artista milanese, 1518/1525 circa
Trivulziocardinale.PNG
 
Incarichi ricoperti
 
Nato1465 a Milano
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Nominato vescovo14 aprile 1508 da papa Giulio II
Consacrato vescovoin data sconosciuta
Creato cardinale1º luglio 1517 da papa Leone X
Deceduto3 agosto 1527 a Maguzzano
 

Scaramuccia Trivulzio (Milano, 1465Maguzzano, 3 agosto 1527) è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lapide che ricorda la cessione del beneficio di un'abbazia da parte del vescovo di Asti Antonio Trivulzio a favore del fratello Scaramuccia Trivulzio († 1506), che la resse per 32 anni. Scalone monumentale di sinistra di Palazzo Trivulzio, Milano.

Scaramuccia (o Scaramuzio) Trivulzio nacque a Milano nel 1465 da Gianfermo Trivulzio e da Margherita Valperga, della nobile famiglia dei Trivulzio, che avevano dato alla storia molti uomini politici, d'arme e tanti ecclesiastici. Egli fu anche feudatario delle città di Melzo e Gorgonzola.

Intrapresi gli studi giuridici, si laureò a Pavia in utroque iure e divenne membro del Consiglio dei Giureconsulti di Milano nel 1489 e in seguito Lettore all'Università degli Studi di Pavia nel 1491.

Accolta la carriera ecclesiastica, divenne dapprima Abate Commendatario di Santo Stefano del Corno dal 1499 e successivamente divenne Referendario del Tribunale della Signatura col grado di Protonotaro Apostolico. Si garantì in seguito l'alto onore di essere annoverato tra i consiglieri intimi del Re Luigi XII di Francia.

Eletto vescovo di Como il 14 aprile 1508, si scontrò ben presto con il Concilio di Pisa, che aveva una chiara matrice opposta a papa Giulio II. Partecipò al Concilio Laterano V.

Papa Leone X lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 1º luglio 1517 con il titolo di San Ciriaco alle Terme Diocleziane. Il 6 luglio 1517 ottenne il titolo di Protettore di Francia. Nel 1519 si dimise dalla funzione di vescovo di Como, subentrandogli Antonio IV Trivulzio, che poi morì entro l'anno, per cui riprese la diocesi fino al 1527. Amministratore apostolico della diocesi di Piacenza, lo divenne anche di quella di Vienne, in Francia.

Dal 12 gennaio 1526 all'11 gennaio del 1527 fu Camerlengo del Sacro Collegio.

Morì il 3 agosto 1527 nel monastero, a Maguzzano, frazione di Lonato del Garda (Brescia), ove ne fu inumata la salma.

Conclave[modifica | modifica wikitesto]

Durante il periodo di cardinalato, Scaramuccia Trivulzio partecipò ai conclave:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Como Successore BishopCoA PioM.svg
Antonio III Trivulzio 14 aprile 1508 - 8 gennaio 1519 Antonio IV Trivulzio
Predecessore Cardinale presbitero di San Ciriaco alle Terme Diocleziane Successore CardinalCoA PioM.svg
Pietro Isvalies 6 luglio 1517 - 3 agosto 1527 Agostino Spinola
Predecessore Amministratore apostolico di Piacenza Successore BishopCoA PioM.svg
Antonio IV Trivulzio
(vescovo)
26 settembre 1519 - 31 maggio 1525 Catalano Trivulzio
(vescovo)
Predecessore Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore Emblem Holy See.svg
Andrea della Valle 12 gennaio 1526 - 11 gennaio 1527 Domenico Giacobazzi
Predecessore Amministratore apostolico di Vienne Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Alessandro Sanseverino
(arcivescovo metropolita)
18 marzo - 3 agosto 1527 Pierre Palmier
(arcivescovo metropolita)
Controllo di autoritàVIAF (EN30386848 · ISNI (EN0000 0000 1611 5233 · BAV 495/68596 · CERL cnp00428767 · GND (DE12121480X · WorldCat Identities (ENviaf-30386848