Samba (film 2014)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Samba
Samba (film 2014).png
Omar Sy in una scena del film
Titolo originaleSamba
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno2014
Durata118 min
Generecommedia, drammatico
RegiaOlivier Nakache e Éric Toledano
SoggettoDelphine Coulin
SceneggiaturaOlivier Nakache, Éric Toledano, Delphine Coulin e Muriel Coulin
ProduttoreNicolas Duval-Adassovsky, Laurent Zeitoun, Yann Zenou
Distribuzione in italiano01 Distribution
FotografiaStéphane Fontaine
MontaggioDorian Rigal-Ansous
MusicheLudovico Einaudi
ScenografiaNicolas de Boiscuillé
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Samba è un film del 2014 diretto da Olivier Nakache e Éric Toledano.

Il soggetto è basato sul romanzo Samba pour la France di Delphine Coulin.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Samba Cissé, è un senegalese che vive da 10 anni in Francia facendo piccoli lavori di ogni tipo. Di fronte all'offerta di un impiego, fa richiesta di un permesso di soggiorno. Viene così portato in un centro per immigrati in attesa di un processo che ne decida la posizione. Qui viene in contatto con Alice che, presa una pausa dal suo lavoro, si dedica all'assistenza degli immigrati attraverso un'associazione aiutando inizialmente la giovane ma più esperta Manue, studentessa di giurisprudenza. Alice è subito colpita dal caso di Samba, al quale non solo viene respinta la richiesta di soggiorno, ma viene dato l'obbligo di lasciare il paese. Ovviamente Samba resta in Francia in clandestinità, ma questa condizione è pesante da sopportare, dovendo mentire continuamente ed evitare controlli anche fuggendo, se necessario.

Samba torna a chiedere aiuto all'associazione dove Alice lo accoglie con generosità. Ma la realtà è che prima di un altro anno non si può fare una nuova richiesta e quindi Samba dovrà restare in clandestinità ancora a lungo. Suo zio Lamouna continua ad aiutarlo mentre l'amicizia con Wilson e Alice lo aiuta a superare i momenti di crisi. Alice, che aveva lasciato il lavoro dopo un esaurimento nervoso, è ora pronta a riprendere, anche grazie al tempo speso nell'associazione e all'affetto di Samba. Questi però deve fare i conti con Jonas, un congolese conosciuto nel centro di detenzione degli immigrati, che lui ha tradito avendo avuto un'avventura con la bella Gracieuse, cui avrebbe solo dovuto portare un messaggio dell'amico.

Dopo una colluttazione che richiama l'attenzione della polizia, messo in fuga Samba si getta in un canale della Senna, seguito da Jonas. I due si erano scambiati la giacca per cui le autorità e persino lo zio e Alice credono che Samba sia morto, finché non si ripresenta sano e salvo. A morire è stato il suo amico Jonas, ma ora Samba, per colpa del quale lo zio ha perso il lavoro, decide di lasciare la Francia insieme a lui. Salito su un pullman, sta per partire, quando Alice trova nella giacca lasciata da Samba il documento di rifugiato politico di Jonas, valido 10 anni, e convince così il ragazzo a restare, anche per lei, e per il loro amore ormai manifesto.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Con un budget di 20 milioni di dollari,[1] la pellicola ne incassò poco più di 24 milioni al botteghino.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cannes 2014 News - Omar Sy Teams Up w/ His 'Intouchables' Directors On 'Samba', su blogs.indiewire.com (archiviato dall'url originale il 23 maggio 2014).
  2. ^ Box Office Mojo International, su boxofficemojo.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema