Salvatore Giuliano (politico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Salvatore Giuliano

Sottosegretario di Stato del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
Durata mandato 13 giugno 2018 –
5 settembre 2019
Capo del governo Giuseppe Conte
Predecessore Gabriele Toccafondi
Successore Giuseppe De Cristofaro - Lucia Azzolina

Dati generali
Titolo di studio Laurea in Economia
Professione Dirigente Scolastico

Salvatore Giuliano (Brindisi, 9 marzo 1967) è un politico italiano, dal 13 giugno 2018 al 5 settembre 2019 sottosegretario di Stato al Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Brindisi, cresce a Latiano. Conclusi gli studi all'I.T.C. Giovanni Calò di Francavilla Fontana con diploma di ragioniere programmatore, inizia l'attività di docente diplomato di laboratorio di informatica gestionale. Nel 1991 vince il concorso ordinario a cattedra. Nello stesso anno si iscrive all'Università degli Studi di Lecce dove consegue la laurea in Economia bancaria, finanziaria e assicurativa nel 1996. Successivamente transita sul ruolo di docente laureato di discipline giuridiche ed economiche. Negli anni successivi consegue l'abilitazione all'insegnamento di matematica applicata e docente specializzato su sostegno.

Nel 2004 partecipa al concorso ordinario per dirigenti scolastici e, al termine della procedura concorsuale, risultando vincitore assume l'incarico di dirigente scolastico dal 2007. Dopo avere trascorso un anno come dirigente del liceo classico di Casarano,[1] dal 2008 è preside all'ITI Ettore Majorana di Brindisi,[2] da dove nel 2009 ha lanciato il progetto Book In Progress, una rete di scuole e docenti per la scrittura di libri scolastici autoprodotti.[3]

Nel marzo del 2018, alla vigilia delle elezioni politiche, viene presentato da Luigi Di Maio come candidato al dicastero dell'Istruzione in caso di vittoria del Movimento 5 Stelle.[4] Dal 13 giugno 2018 al 5 settembre 2019 è stato sottosegretario di Stato del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca nel governo Conte I.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Curriculum vitae, su miur.gov.it.
  2. ^ Curriculum vitae (PDF), su majoranabrindisi.it.
  3. ^ Riccardo Luna, Il "book in progress" del prof Giuliano. La rivoluzione a scuola parte da Brindisi, in la Repubblica, 2 aprile 2013. URL consultato il 27 ottobre 2018.
  4. ^ Ecco chi sono i 17 ministri candidati da Di Maio: "Ci deridono, il 5 rideremo noi", in AGI, 2 marzo 2018.
  5. ^ Lucia Portolano, Brindisi, Salvatore Giuliano il preside 4.0 diventato sottosegretario all'Istruzione, in la Repubblica, 13 giugno 2018. URL consultato il 27 ottobre 2018.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]