STOVL

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grafico della corrispondenza tra le forze ascensionale e di spina di alcuni aerei STOVL.
Un Sea Harrier in decollo dallo sky-jump della Illustrious nel 2001.
Un Sea Harrier in atterraggio sulla Illustrious nel 2001.
Un F-35B in decollo dalla Wasp nel 2011, da notare che data l'assenza di sky-jump l'aereo si aiuta tramite i motori come se si trattasse di un decollo verticale.
Un F-35B in atterraggio verticale nel 2013.

STOVL è l'acronimo inglese di Short Take-Off and Vertical Landing, letteralmente "decollo corto ed atterraggio verticale" (in francese: aéronef à décollage court et atterrissage vertical - ADCAV). La definizione NATO di un aereo STOVL è:

(EN)

« Fixed-wing aircraft capable of clearing a 15 metres (50-foot) obstacle within 450 metres (1,500 feet) of commencing its take-off run, and capable of landing vertically. »

(IT)

« Aereo ad ala fissa capace di superare un ostacolo di 15 metri (50 piedi) di altezza situato a 450 metri (1.500 piedi) dall'inizio della sua corsa di decollo e capace di atterrare verticalmente. »

(NATO, AAP-06 Edition 2015 - NATO GLOSSARY OF TERMS AND DEFINITIONS (ENGLISH AND FRENCH)[1])

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questa è una capacità di alcuni tipi di aeroplani e permette il decollo da piste molto corte e l'atterraggio verticale, ad esempio in parcheggi o spazi poco preparati, evitando così la costruzione di costose infrastrutture per permettere l'atterraggio convenzionale.
Questa caratteristica è molto utile per gli aerei imbarcati a bordo delle portaerei perché possono decollare da ponti di volo sky-jump invece che usare il sistema di catapulte, presente di solito nelle navi americane.
Gli aerei STOVL possono portare un carico maggiore rispetto agli aerei VTOL (Vertical Take-Off Landing), ma di contro hanno bisogno di una pista, seppur piccola.

Il più famoso aereo con questa capacità è l'Harrier, che tecnicamente è un VTOL, ma operativamente è un STOVL, visto che può portare più carico se decolla convenzionalmente. Lo stesso discorso vale per il futuristico F-35 Joint Strike Fighter, che nei test di volo ha dimostrato di essere un VTOL ma verrà usato soprattutto come STOVL.
Un aereo STOVL è quindi un aereo in grado di operare teoricamente anche in modalità VTOL o V/STOL, ma nella pratica, soprattutto nel caso di utilizzo su portaeromobili, l'operatività avviene in modalità STOVL.

Aerei[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni aerei entrati in servizio con questa capacità sono:

Altri aerei rimasti solamente allo stato di prototipo o di progetto:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ENFR) AAP-06 Edition 2015 - NATO GLOSSARY OF TERMS AND DEFINITIONS (ENGLISH AND FRENCH) (PDF), nso.nato.int.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]