Testa del Rutor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Rutor)
Testa del Rutor
Tête du Rutor
Vetta Testa del Rutor.JPG
La vetta della Testa del Rutor dalla cresta terminale
Stato Italia Italia
Regione Valle d'Aosta Valle d'Aosta
Altezza 3 486 m s.l.m.
Prominenza 847 m
Catena Alpi
Coordinate 45°37′54.35″N 7°00′50.32″E / 45.631764°N 7.013977°E45.631764; 7.013977Coordinate: 45°37′54.35″N 7°00′50.32″E / 45.631764°N 7.013977°E45.631764; 7.013977
Altri nomi e significati Ruito, Rhutor, Ruitors, Ruthor
Data prima ascensione 16 agosto 1858
Autore/i prima ascensione G.Studer, G.G. e B. Weilenmann e la guida Jean-Baptiste Frassy di Valgrisenche[1]
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Testa del RutorTête du Rutor
Testa del Rutor
Tête du Rutor
Mappa di localizzazione: Alpi
Testa del Rutor
Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi Occidentali
Grande Settore Alpi Nord-occidentali
Sezione Alpi Graie
Sottosezione Alpi della Grande Sassière e del Rutor
Supergruppo Catena Rutor-Léchaud
Gruppo Gruppo del Rutor
Sottogruppo Nodo del Rutor
Codice I/B-7.III-B.3.a

La Testa del Rutor (in francese, Tête du Rutor), detto localmente anche il Ruitor, è una montagna delle Alpi Graie alta 3 486 m. La vetta è posta nelle vicinanze dello spartiacque italo-francese che dal colle del Piccolo San Bernardo scende verso sud. È totalmente situata in territorio italiano nei territori dei comuni di Valgrisenche e La Thuile.

Caratteristiche Del Rutor[modifica | modifica wikitesto]

L'origine del toponimo è data da due parole del patois valdostano: roése, ghiacciaio, e tor, cima rocciosa[2].

Sulla vetta della montagna su un pilastrino in ferro a sezione triangolare è collocato il punto geodetico della rete primaria IGM denominato 041903 Testa Del Rutor [3].

Ghiacciai[modifica | modifica wikitesto]

Dalla montagna scendono alcuni tra i più grandi ghiacciai della Valle d'Aosta. Sul versante del vallone di La Thuile troviamo il ghiacciaio del Rutor; sul versante della Valgrisenche è collocato il ghiacciaio di Morion.

Ascensione[modifica | modifica wikitesto]

La via normale di salita si snoda nel Vallone di La Thuile dalla frazione La Joux nel comune di La Thuile. Si raggiunge dapprima il rifugio Alberto Deffeyes (2494 m) e poi si sale al Colle del Rutor (3373 m) attraverso il ghiacciaio del Rutor. Dal colle si percorre la cresta terminale.

Un itinerario alternativo si svolge in Valgrisenche; esso si diparte dalla frazione Bonne nel comune di Valgrisenche appena sopra il lago di Beauregard. Si raggiunge il Rifugio degli Angeli al Morion. Lasciato il rifugio l'itinerario comporta la salita del ghiacciaio di Morion, l'arrivo al colle del Rutor (3373 m) e la cresta terminale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giorgetta, p. 211
  2. ^ Robert Berton, Toponymie valdôtaine: La Thuile - Recherches sur l'origine, la signification et l'évolution des noms des villages, hameaux, écarts, lieux-dits, complétées d'une étude historique et étymologique des oronymes et hydronymes de La Thuile.
  3. ^ cfr: Scheda informativa del punto geodetico, 87.30.244.175. URL consultato il 14 marzo 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alessandro Giorgetta, Alpi Graie Centrali, Guida dei Monti d'Italia, Milano, Club Alpino Italiano e Touring Club Italiano, 1985.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Il ghiacciaio del Rutor e la Testa del Rutor.
Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna