Rudy Rotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rudy Rotta
Rudy Rotta in Germania.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereBlues
Soul blues
Funk
Rhythm and blues
Periodo di attività musicale1968 – 2017
Album pubblicati14
Studio9
Live3
Raccolte2
Sito ufficiale

Rudy Rotta (Villadossola, 14 ottobre 1950Verona, 3 luglio 2017) è stato un chitarrista, cantante e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Rudy Rotta ha iniziato a suonare all'età di 14 anni in Svizzera (Lucerna) dove la famiglia era emigrata all'inizio degli anni sessanta, è residente dall'età di 18 anni a Verona, ove ha iniziato la carriera esibendosi dapprima nei locali in città come chitarrista in giovani gruppi emergenti, con un repertorio soul-blues di gruppi inglesi ed americani. Nel 1987 ha formato la propria band, con cui si è impegnato all'estero, fino ad essere considerato a livello internazionale un ottimo esponente della musica blues, ed ottenendo riconoscimenti dalla stampa e dalla critica.

La sua carriera musicale si svolge principalmente all'estero, dove è attivo dalla fine degli anni Ottanta. Rotta è stato invitato come ospite a numerosi Festival Blues in Europa ed oltreoceano (Kansas City Blues Festival) insieme a Peter Green, Brian Setzer, Taj Mahal. In quella occasione il Kansas City Chronicle, quotidiano locale, lo ha definito Europe's Top Act (ovvero numero 1 europeo).

Molto risalto dalla stampa nazionale ed internazionale è stato dato alla partecipazione al Festival Jazz di Montreux nel 1993 (con B.B. King) in veste di ospite, al Pistoia Blues Festival (4 edizioni), e al Primo Maggio di Roma. Nella sua presenza a 9 edizioni di Sanremo Blues, ad uno dei quali è stato premiato come migliore bluesman italiano. Negli anni 90 ha registrato per la BBC inglese e per la Jazz FM di Londra.

La Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Rudy Rotta nel 2011

Negli anni è maturato artisticamente con continuità, caratterizzandosi con un personale approccio allo stile ed alla timbrica del suono di chitarra elettrica invidiabile ed una voce graffiante ed aggressiva, che a tratti si sa esprimere anche in sottile e personale voce roca. La sua musica presenta un solido background nel genere blues ma interagendo con altri generi musicali in diverse direzioni quali rock, soul, funky, ballads. È da considerarsi a tutti gli effetti cantante (rock. blues. soul. funky), chitarrista (sia elettrico che acustico) e compositore.

Si esibisce con una band di primissimo livello. Saltuariamente ama esprimersi anche in versione acustica, con rielaborazioni degli arrangiamenti, in una affascinante soluzione "chitarra e voce". Nella sua carriera ha pubblicato 14 album ad oggi, ed è in fase di ultimazione un nuovo album, contenente brani di propria composizione con nuove sonorità che si avvicinano al rock. Ha collaborato con molti musicisti di calibro internazionale, tra cui B.B. King, Allman Brothers (alla House of Blues di New Orleans), John Mayall, Brian Auger, con il quale ha effettuato diversi tour in Italia, solo per cirtarne alcuni, e nella discografia ha avuto come ospiti anche John Mayall & the Bluesbreakers, Robben Ford, Peter Green, Luther Allison, Brian Auger.

È stato special guest di John Mayall al Nave Blues di Brescia, al Delta Blues di Rovigo, al Folkest di Udine, alla House of Blues di Boston. Ha partecipato a 3 edizioni della Ultimate Rhythm & Blues Cruise nei Caraibi, nel Mediterraneo e nelle isole della Grecia, in compagnia di John Mayall, Etta James, Luther Allison, Taj Mahal, Fabulous Thunderbirds, John P. Hammond, Buckwheat Zydeco, Marcia Ball.

Il 25 settembre 2010 Rudy Rotta si è esibito a Cesena al festival musicale Woodstock 5 Stelle organizzato dal blog di Beppe Grillo e trasmesso dal canale televisivo Play.me, che proprio con questa diretta aprì la neonata emittente[1].

Dal 2015 ha collaborato con la società A-Z Blues.

Il 3 luglio 2017 viene data la notizia della sua morte, avvenuta dopo una lunga malattia.[2][3]

L'Associazione Culturale Rudy Rotta[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018, istituita dalla famiglia e dagli amici in memoria dell’artista scomparso, viene fondata l'Associazione Culturale Rudy Rotta per dare vita e continuità ai suoi progetti musicali ed artistici.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1988 - Real Live (LP, LMJ Vinyl)
  • 1989 - Reason to Live (LP & CD, RiverNile Records / Ala Bianca Records / Emi / Emi Toshiba)
  • 1991 - Blues Greatest Hits feat. Karen Carroll (LP & CD, Ornament / Hot Fox Records / In-Akustik) – rec. in Chicago
  • 1993 - Diabolic Live (CD, Hot Fox Records / In-Akustik)
  • 1995 - So di Blues (CD, Rossodisera Records / Mint Records / Sony)
  • 1997 - Live in Kansas City (CD, Acoustic Music Records / Azzurra Music) rec. in Kansas City
  • 1995 - Loner and Goner (CD, Ala Bianca Benelux / Emi)
  • 1999 - Blurred (CD, Acoustic Music Records)
  • 2001 - The Beatles in Blues (CD, Azzurra Music / EuroTrend / Pepper Cake / Zyx)
  • 2004 - Some of my favorite songs (CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2005 - Captured live with Brian Auger (CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2006 - Winds of Louisiana (CD, Pepper Cake / Zyx) rec. in New Orleans
  • 2008 - Live at B&W Rhythm'n'Blues Festival (DVD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2009 - Blue Inside (CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2011 - La Musica, La Mia Vita (CD, Azzurra Music)
  • 2011 - Me, My Music and My Life (2CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2014 - The Beatles vs The Rolling Stones (CD, Slang Records /Pepper Cake / Zyx)
  • 2015 - Rudy Rotta Box (2CD+DVD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2017 - Il Blues di Rudy Rotta (CD, Azzurra Music)
  • 2017 - Volo sul Mondo (CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2019 - Now & Then...and Forever (CD, Pepper Cake / Zyx)

Altre Partecipazioni su Disco[modifica | modifica wikitesto]

  • 1986 - Model T-Boogie: …Really The Blues! (LP, Jamboree Records)
  • 1995 - Morblus: Let The Good Times Roll! (CD, Autoproduzione)
  • 1998 - Lady I & Blues Birds: Lady I & Blues Birds (CD, Rádio Most / Mediální Agentura Most)
  • 1998 - A.a.v.v.: Jazz Mag vol. 3 (CD, Mag Disc)
  • 1999 - A.a.v.v.: Montreux Jazz Festival Off (CD, Montreux Jazz Festival Foundation)
  • 2000 - Vladi Blues Band: 3939 Hancock Street (CD, Autoproduzione)
  • 2000 - A.a.v.v.: Springtime Blues: The Best Of Springtimes Blues Festival at Lahnstein (CD, Rudolphon)
  • 2004 - A.a.v.v.: Tales (CD, Amarelo)
  • 2004 - A.a.v.v.: Bower & Wilkins Rhythm’n’Blues Festival 2004 (LIBRO+DVD, B&W Festival)
  • 2004 - Deborah Kooperman: Yesterday…Tomorrow (CD, Idyllium)
  • 2005 - A.a.v.v.: Bower & Wilkins Rhythm’n’Blues Festival 2005 (LIBRO+DVD, B&W Festival)
  • 2006 - A.a.v.v.: Spicy Tunes For Blues Enthusiasts (CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2006 - A.a.v.v.: Open Road Blues (CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2008 - A.a.v.v.: 12 Bars To Heaven (2CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2009 - A.a.v.v.: Blues Ballads (CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2011 - A.a.v.v.: Ameno Got The Blues: Sei Anni di Blues Festival (2CD, Canto Libero Edizioni)
  • 2011 - A.a.v.v.: Pepper Shakers (CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2013 - Gennaro Porcelli: Alien In Transit (CD, Autoproduzione)
  • 2014 - A.a.v.v.: Blues Essential (5CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2014 - A.a.v.v.: Smoky Bar Blues Club Pt. 1 (CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2015 - A.a.v.v.: Smoky Bar Blues Club Pt. 2 (CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2015 - Luca Olivieri: ...Live! Teatro Romano 2014 (CD, Azzurra Music)
  • 2016 - Think Funk: Note Pot (CD, Autoproduzione)
  • 2017 - A.a.v.v.: Emozioni - Best Of Italo Pop Vol. 1 (CD, Pepper Cake / Zyx)
  • 2017 - A.a.v.v.: The Blues Masters: an Italian Tribute (CD, Blues Made In Italy)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1990 - Sanremo Blues - Citazione come miglior chitarrista blues italiano del momento.
  • 1990 - Ass. Palio del Recioto - Negrar (VR) Cavaliere del Recioto per meriti musicali.
  • 1994 - Fender Stratocaster Signature - consegnatagli a Londra da Fender Europa.
  • 2002 - Fender Stratocaster Signature - consegnatagli da Casale Bauer - Italia, in occasione Disma di Rimini.
  • 2007 - Camera di Commercio di Verona - Medaglia d'oro "Per aver conseguito importanti successi come chitarrista, cantante e compositore, affermandosi come uno dei migliori bluesmen della scena internazionale.
  • 2009 - Imperial Castellania di Suavia - Soave (VR) - Nomina a Capitano Spadarino "Per aver raggiunto fama mondiale come chitarrista, cantante e compositore blues".
  • 2016 - Verona in Blues - Targa di riconoscimento “per aver ispirato con il suo blues intere generazioni di musicisti”.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Woodstock 5 stelle: il festival musicale di Beppe Grillo in diretta su Play.me, soudsblog.it, 22 settembre 2010. URL consultato l'11 febbraio 2013.
  2. ^ La chitarra non suona più Addio a Rudy Rotta, TG Verona, 3 luglio 2017. URL consultato il 4 luglio 2017.
  3. ^ Rudy Rotta, continua a volare nelle nostre vite e nei nostri Blues!, A-Z Blues, 3 luglio 2017. URL consultato il 4 luglio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN79788798 · ISNI (EN0000 0000 5817 1356 · GND (DE134802527
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie