Rockpalast (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rockpalast
ArtistaPorcupine Tree
Tipo albumLive
Pubblicazioneluglio 2006
Durata94:40
Dischi2 CD
Tracce15
GenereRock progressivo
Progressive metal
EtichettaTransmission
ProduttoreSteven Wilson
Registrazionemissato nello studio No Man's Land, novembre 2005 - aprile 2006
NoteDisponibile solo in download
Porcupine Tree - cronologia
Album precedente
(2005)
Album successivo
(2007)

Rockpalast è un disco dal vivo del gruppo inglese di rock progressive Porcupine Tree, uscito nel settembre 2006 e disponibile solo in download dal sito ufficiale del gruppo.

Il Disco[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo prende il nome dall'omonimo festival musicale che si è svolto nella Music Hall di Colonia in Germania. Lo spettacolo è stato registrato il 19 novembre 2005 e filmato da una TV speciale del Rockpalast. È disponibile unicamente in download a pagamento sul sito ufficiale del gruppo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD 1[modifica | modifica wikitesto]

  1. Intro – 1:00
  2. Open Car (Wilson) – 4:45
  3. Blackest Eyes (Wilson) – 5:37
  4. Lazarus (Wilson) – 4:17
  5. Futile (Wilson/Harrison) – 6:29
  6. Mellotron Scratch (Wilson) – 7:23
  7. Mother and Child Divided (Wilson/Harrison) – 5:23
  8. .3 (Wilson) – 6:22
  9. So Called Friend (Wilson/Barbieri/Edwin/Harrison) – 5:13

CD 2[modifica | modifica wikitesto]

  1. Arriving Somewhere But Not Here (Wilson) – 12:46
  2. The Sound of Muzak (Wilson) – 5:11
  3. The Start of Something Beautiful (Wilson/Harrison) – 7:27
  4. Halo (Wilson/Barbieri/Edwin/Harrison) – 8:36
  5. Radioactive Toy (Wilson) – 7:48
  6. Trains (Wilson) – 7:18

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Reiner Kühl - Ingegnere del suono dal vivo
  • Erik Nacken - Produttore
  • Peter Sommer - Produttore esecutivo
  • Lasse Hoile - Copertina
  • Carl Glover - Grafica

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock progressivo