Roberto Mogranzini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roberto Mogranzini
Nazionalità Italia Italia
Scacchi Chess.svg
Categoria Grande Maestro Internazionale
Best ranking 2514 (giugno 2016)º
Palmarès
Transparent.png Campionato italiano giovanile di scacchi
Oro Campionato italiano under 16-Porto San Giorgio 1999
Transparent.png Campionato italiano di scacchi
Bronzo Campionato italiano semilampo 2018
Transparent.png Campionato italiano di scacchi a squadre
Oro Campionato italiano a squadre- "R. Fischer" Chieti 2008
Oro Campionato italiano a squadre- Obiettivo Risarcimento Padova 2014
Oro Campionato italiano a squadre- Obiettivo Risarcimento Padova 2015
Oro Campionato italiano a squadre- Obiettivo Risarcimento Padova 2017
Oro Campionato italiano a squadre- Obiettivo Risarcimento Padova 2018
Statistiche aggiornate al 27 marzo 2019

Roberto Mogranzini (Perugia, 6 gennaio 1983) è uno scacchista italiano, Grande maestro.

Fondatore e direttore dell'Accademia Internazionale di Scacchi di Perugia, scuola di scacchi che dal 2012 è stata insignita della qualifica di FIDE Academy titolo per il quale hanno la fortuna di fregiarsi solo 10 accademie nel mondo.[1] Nell'ottobre 2018 è stato nominato dalla Fide International Organizer (IO).[2]

Carriera scacchistica[modifica | modifica wikitesto]

Impara a giocare a scacchi quando frequenta le scuole elementari con gli istruttori Paolo De Lauretis e Riccardo Bonucci. Si avvicina alla Società Scacchi "Augusta Perusia", dove conosce Ettore Bertolini (presidente della società) e Antonio Sanchirico (arbitro internazionale), durante la sua crescita professionale si è potuto avvalere della consulenza di giocatori della forza di Sergio Mariotti, Gyula Sax, Csaba Horváth, Igor Naumkin e i fratelli Athanasios e Dimitrios Mastrovasilis.

Vince tutte le edizioni del campionato regionale e provinciale under 16 dal 1993 al 1999, anno in cui diventa campione italiano under 16. Dal 1998 al 2001 vince diversi tornei nel centro Italia e nel 2002 ottiene il titolo di Maestro. A partire dal 2003 inizia a dedicarsi anche all'attività didattica e apre a Perugia l'"Accademia Internazionale di Scacchi".[3]

Nel 2005, divenuto Maestro Fide, viene chiamato nella nazionale italiana al campionato europeo a squadre di Göteborg. Conquista le norme di Maestro Internazionale a Cannes e nelle Canarie e viene convocato in terza squadra alle Olimpiadi di Torino del 2006. Nel 2008 vince con Chieti il Campionato Italiano a squadre.

Nell'ottobre 2011 ottiene la prima norma di Grande Maestro a Lubbock nel Texas grazie al secondo posto ottenuto nel gruppo B della Spice Cup.[4]

Nel maggio 2012 ottiene la seconda norma ottenuta a Gallipoli durante il 1º Torneo Internazionale del Salento[5], la terza norma la ottiene con il superamento della quota 2500 punti punti Elo e quindi la consacrazione a Grande maestro nel dicembre dello stesso anno sempre con un secondo posto, a Padova durante il Festival scacchistico internazionale di Padova.[6] Il titolo è stato ufficializzato dalla FIDE in maggio 2013 a Baku in Azerbaigian.[7].

Nel 2014, nel 2015, nel 2017 e nel 2018 vince il Campionato italiano di scacchi a squadre con la squadra padovana dell'Obiettivo Risarcimento.

Nell'aprile 2018 ottiene la medaglia di bronzo nel Campionato italiano semilampo, superato solo per spareggio tecnico da Danyyil Dvirnyy e Sabino Brunello.[8]

Nella lista FIDE di giugno 2016 ha raggiunto il suo record personale con un punteggio Elo di 2514 punti[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]