Riale (Formazza)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riale
frazione
Riale – Veduta
Riale – Veduta
Panorama di Riale.
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaCoA of Verbano-Cusio-Ossola.svg Verbano-Cusio-Ossola
ComuneFormazza-Stemma.svg Formazza
Territorio
Coordinate46°25′19″N 8°25′05″E / 46.421944°N 8.418056°E46.421944; 8.418056 (Riale)
Altitudine1 718 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale28863
Prefisso0324
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Riale
Riale

Riale (Kehrbäch(i) in tedesco, Chärbäch in walser) è una frazione italiana situata nell'estremo Nord della regione Piemonte.

La frazione fa parte del comune piemontese di Formazza, nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola.

Riale è la frazione più settentrionale del Piemonte ed è situata a 1718 m sul livello del mare sulle Alpi Centrali (Lepontine). L'introito economico principale della frazione è il turismo, presente nel luogo soprattutto per sport (sci), escursionismo, villeggiatura. Rinomata la produzione di formaggio di alpeggi di alta montagna denominato Bettelmatt, dal nome dell'omonima alpe e cima. Di inverno è presente un percorso per lo sci di fondo che comprende gran parte della piana.

Il nome Riale indica il luogo dove il riale di Valtoggia, anticamente considerata la sorgente del Toce, confluisce nella Val Formazza.[1]

Diga[modifica | modifica wikitesto]

La Diga di Morasco

Riale si trova in stretta vicinanza con la Diga di Morasco, lunga 565 metri e alta 55, creata negli anni 30 per generare energia elettrica soddisfacendo i bisogni della valle. La costruzione della diga ha sommerso l'antico villaggio di Morasco.

Escursionismo alpino[modifica | modifica wikitesto]

Interessanti mete turistiche dell'alta val Formazza sono il rifugio 3A, sopra il ghiacciaio Siedel, posto a 2922 m s.l.m. con 80 posti letto[2] e il rifugio Claudio e Bruno presso il lago del Sabbione, posto a 2710 m s.l.m. con 90 posti letto.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Enrico Rizzi, Storia della Valle Formazza, 2015, p. 40, ISBN 978-88-89751-44-2, OCLC 949855890. URL consultato il 17 dicembre 2021.
  2. ^ Rifugio 3A

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]