Rapa Nui (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rapa Nui
Rаpa Nui (film).png
Titolo originaleRapa Nui
Paese di produzioneUSA
Anno1994
Durata107 min
Rapporto2.35
Generedrammatico, storico
RegiaKevin Reynolds
SoggettoKevin Reynolds
SceneggiaturaTim Rose Price,
Kevin Reynolds
ProduttoreKevin Costner,
Jim Wilson
Produttore esecutivoBarrie M. Osborne,
Guy East
Casa di produzioneTig Productions,
Majestic Films
Distribuzione (Italia)Warner Bros Italia
FotografiaStephen Windon
MontaggioPeter Boyle
MusicheStewart Copeland
ScenografiaGeorge Liddle
CostumiJohn Bloomfield
TruccoAmanda Knight,
Nikki Gooley,
Margarita Marchi,
Patricia Abarca Medina
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Rapa Nui è un film del 1994 diretto da Kevin Reynolds, tratto dal romanzo omonimo di Leonore Fleischer ambientato sull'Isola di Pasqua nel periodo antecedente la colonizzazione europea.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'isola di Motu Nui con i rilievi dell'Uomo Uccello scolpiti nella roccia
Alcuni moai dell'isola di Pasqua

La storia è ambientata nel 1680 nell'isola di Rapa Nui, prima cioè della scoperta dell'isola da parte del navigatore olandese Jakob Roggeveen, avvenuta la domenica di Pasqua 1722, che per tal motivo diede a Rapa Nui il nuovo nome di Isola di Pasqua.

La trama narra la contrastata storia d'amore tra il giovane Noro, appartenente al popolo dei Lunghi Orecchi (una delle nobili tribù responsabili dell'erezione di gigantesche statue a carattere religioso chiamate Moai) e Ramana, una ragazza appartenente al popolo dei Corti Orecchi, schiavi sfruttati per la costruzione dei Moai. Make, un giovane pure appartenente alla tribù dei Corti Orecchi, è anch'egli innamorato della bella Ramana. Sin da giovani, i tre sono stati amici inseparabili, ma con la nascita di questo triangolo amoroso l'amicizia tra Noro e Make è destinata a finire.

Noro è il nipote del capo dell'isola, l'Uomo Uccello; da qui le immaginabili difficoltà frapposte al suo amore a causa della differenza di casta. Ramana inoltre è ostracizzata anche dagli stessi Corti Orecchi in quanto figlia di Haoa, un costruttore di canoe un tempo amico del padre di Noro, che ha aiutato a far andare via dall'isola con una sua barca. Il matrimonio viene infine concesso a patto che Noro vinca per la sua tribù la gara per la nomina del nuovo Uomo Uccello e che Ramana acconsenta a rimanere segregata per sei lune in un'angusta grotta per "purificarsi" ed essere quindi degna del cambio di status sociale. Ramana, per amore di Noro, accetta.

Ogni primavera, nell'isola di Rapa Nui, si svolge il rito consistente nel raggiungere a nuoto l'Isola di Motu Nui e riportare indietro integro un uovo di sterna, guadagnandosi il diritto di nominare il nuovo Uomo Uccello. Nel culto dell'Uomo Uccello, questi veniva adorato come un dio in terra e alla sua tribù è concesso il potere giurisdizionale dell'isola per un anno, cioè fino alla successiva primavera. In tale occasione, ogni nobile tribù dell'isola ha diritto a scegliere il proprio campione. Gli schiavi, ovviamente, no.

La situazione politica dell'isola è ulteriormente destabilizzata dalle condizioni di Ariki-mau, ormai visibilmente affetto da una grave demenza senile, motivo per cui il potere è sempre più nelle mani del consigliere del re, un uomo crudele e spietato che sfrutta l'odio per i Corti Orecchi per i propri scopi con la chiara volontà di prendere un giorno il comando. Nonostante la situazione già grave per la progressiva sovrappopolazione, Ariki-mau, non essendo realmente in grado di comprendere impone che tutte le risorse siano impiegate nella costruzione dei Moai, ma contemporaneamente esige che i Corti Orecchi consegnino la quota di cibo normalmente richiesta ai Lunghi Orecchi causando un enorme malcontento. A seguito di ciò inizia un moto di protesta da parte dei Corti Orecchi, per cui viene eccezionalmente ammesso alla gara anche Make. Il capo, però, pone la condizione che in caso di mancata vittoria, Make venga sacrificato: questi allora chiede che in caso di successo gli sia concesso di sposare Ramana. Da qui una sfida che assume connotati politici, sociali e sentimentali assieme.

Il nuovo Moai è immenso, ma per costruirlo i Corti Orecchi hanno dovuto abbattere tutti gli alberi dell'isola.

La gara viene vinta da Noro, dopo che Make ha inavvertitamente fatto cadere il proprio uovo a pochi passi dal traguardo. In seguito dopo che il vecchio capo è andato via assieme alla sua corte su un iceberg scambiato per la bianca canoa inviata dagli dei descritta dalle leggende isolane,Make trasforma la protesta dei Corti Orecchi in aperta ribellione, da cui un conflitto che sfocia in un tremendo massacro dei Lunghi Orecchi con episodi di cannibalismo. Noro e Ramana sopravvivono, assieme alla bambina nata durante il periodo trascorso nella grotta. Servendosi di una zattera costruita dal padre di Ramana (che aveva tempo prima trovato i resti di una nave europea naufragata, cosa che dimostrava che gli abitanti dell'isola non erano i soli abitanti della Terra) i due si avventurano nel mare aperto verso il sole calante alla ricerca di una nuova terra. La scritta finale informa che evidenze archeologiche indicano che l'isola di Pitcairn, fu colonizzata da navigatori provenienti dall'Isola di Pasqua, lontana 1500 Km. L'isola di Pitcairn sarebbe diventata famosa in seguito per essere stata scelta come rifugio verso la fine del '700 dall'equipaggio ammutinato della nave inglese Bounty (che trovarono l'isola deserta).

Sullo sfondo della narrazione, la dilapidazione delle risorse naturali dell'isola che viene deforestata per la costruzione dei Moai, considerati indispensabili per il raggiungimento di fini politici e religiosi. Deforestazione che determinerà il destino dell'Isola di Pasqua: una catastrofe ecologica durante la quale, per mancanza di cibo, si giunge a praticare persino il cannibalismo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema