Ranavalona III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ranavalona III
Ranavalona III, photograph by Almasy.jpg
Ranavalona III sul trono
Regina del Madagascar
Stemma
In carica 30 luglio 1883 –
28 febbraio 1897
Incoronazione 22 novembre 1883
Predecessore Ranavalona II
Successore Abolizione della monarchia
Nome completo Ranavalo Manjaka III
Altri titoli Principessa Razafindrahety
Nascita Amparibe, 22 novembre 1861
Morte Algeri, 23 maggio 1917
(55 anni)
Sepoltura Ambohimanga
Dinastia Merina
Padre Andriantsimianatra
Madre Principessa Raketaka
Coniugi Ratrimo
Rainilaiarivony
Religione Protestantesimo
Firma Signature of Ranavalona III.svg

Ranavalona III (Amparibe, 22 novembre 1861Algeri, 23 maggio 1917) è stata regina del Madagascar dal 30 luglio 1883 al 28 febbraio 1897, giorno in cui fu deposta dai francesi, che in seguito fecero dell'isola una propria colonia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ancora giovanissima, venne prescelta tra le altre nobili andriana qualificate per succedere alla morte della regina Ranavalona II. Come le regnanti che l'avevano preceduta, Ranavalona sposò per motivi politici un membro della casta Hova di nome Rainilaiarivony, primo ministro del Madagascar che provvedeva alle esigenze quotidiane del regno e agli affari esteri. Ranavalona tentò di scongiurare la colonizzazione incrementando il commercio e le relazioni diplomatiche del suo regno con gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Gli attacchi dei francesi alle città portuali costiere e l'assalto alla capitale Antananarivo portarono, infine, all'occupazione del palazzo reale nel 1895, ponendo così termine all'indipendenza politica e sovrana dello Stato.[1]

Il nuovo governo coloniale francese esiliò prontamente Rainilaiarivony ad Algeri. Ranavalona e la sua corte inizialmente ottennero il permesso di rimanere come figure simboliche (perfino dopo la dichiarazione ufficiale del Madagascar come colonia francese nell'agosto 1896), ma allo scoppio di una rivolta popolare (nota come "ribellione menalamba") e la scoperta di intrighi anti-francesi intessuti dalla corte, il governatore generale francese Joseph Simon Gallieni decise di esiliare la regina nell'isola di Réunion nel 1897. Rainilaiarivony morì in quello stesso anno e poco dopo Ranavalona venne trasferita nella villa del marito ad Algeri, assieme ad altri membri della casa reale. L'ex sovrana, la sua famiglia e la servitù che l'accompagnava, vissero decorosamente compiendo spesso viaggi a Parigi per diletto o per acquisti. Malgrado le ripetute richieste, Ranavalona non ottenne mai il permesso di tornare in Madagascar. Morì di embolia nella villa di Algeri nel 1917 all'età di 55 anni. Le sue spoglie vennero sepolte ad Algeri, ma 21 anni dopo furono trasferite in Madagascar e poste nella tomba della regina Rasoherina presso il Rova di Antananarivo.[2][3]

Le vicende della vita di Ranavalona III e dei suoi rapporti con la Civiltà occidentale furono, pertanto, burrascose. Ranavalona III fu la quarta sovrana regnante malgascia dopo Ranavalona I, Rasoherina e Ranavalona II e le potenze europee facevano il possibile per colonizzare il Paese.[4]

Nel 1885, firmò un trattato con i rappresentanti del governo di Parigi, concedendo numerosi diritti e concessioni speciali. Sulla base di questa convenzione, la Francia dichiarò l'intero Madagascar suo protettorato, e la Gran Bretagna lo riconobbe in un accordo del 1890.

Nel 1886, Ranavalona cercò il supporto degli Stati Uniti (come previsto dagli usi malgasci, questo tentativo diplomatico fu accompagnato da numerosi doni inviati all'allora Presidente degli Stati Uniti Grover Cleveland). Gli Stati Uniti, tuttavia, non dimostrarono la volontà di interessarsi alla questione dell'indipendenza del Madagascar.[5]

Nel 1894, la regina e il suo governo rifiutarono di rispettare gli ordini provenienti dalla Francia, e nel 1895 i francesi reagirono inviando un esercito che s'impadronì di Antananarivo senza grandi difficoltà abolendo, come detto, la monarchia.[6]

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Ranavalona III Padre:
Andriantsimianatra
Nonno paterno:
 ?
Bisnonno paterno:
 ?
Trisavolo paterno:
 ?
Trisavola paterna:
 ?
Bisnonna paterna:
 ?
Trisavolo paterno:
 ?
Trisavola paterna:
 ?
Nonna paterna:
Principessa Rabodonandrasana
Bisnonno paterno:
Principe Andriantsavalahy
Trisavolo paterno:
Principe Andriantsimanazy
Trisavola paterna:
 ?
Bisnonna paterna:
 ?
Trisavolo paterno:
 ?
Trisavola paterna:
 ?
Madre:
Principessa Raketaka
Nonno materno:
Andriantsirangy, Chief Justice
Bisnonno materno:
Andriantsoanandriana
Trisavolo materno:
Andriamborosinandriana
Trisavola materna:
Randrianjaza
Bisnonna materna:
 ?
Trisavolo materno:
 ?
Trisavola materna:
 ?
Nonna materna:
Principessa Razafinandriamanitra II
Bisnonno materno:
Andriamanambahoaka
Trisavolo materno:
Andrianavalozanajanahary
Trisavola materna:
Principessa Razakanavalona
Bisnonna materna:
Principessa Ramatoarahety
Trisavolo materno:
 ?
Trisavola materna:
Principessa Razafinandriamanitra I

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze del Madagascar [7][modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro dell'Ordine dell'Aquila Reale - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine dell'Aquila Reale
— 30 luglio 1883
Gran Maestro dell'Ordine di Radama II - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Radama II
— 30 luglio 1883
Gran Maestro dell'Ordine al Merito - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine al Merito
— 30 luglio 1883
Gran Maestro dell'Ordine al Merito Militare - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine al Merito Militare
— 30 luglio 1883
Gran Maestro dell'Ordine del Regno - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine del Regno
— 30 luglio 1883
Gran Maestro dell'Ordine di Ranavalona - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Ranavalona
— 1896

Onorificenze straniere [8][modifica | modifica wikitesto]

Dama di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
— 18 gennaio 1887

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nativel, p. 52
  2. ^ Brown, pp. 35-40
  3. ^ Royal Ark
  4. ^ Brown, p. 40
  5. ^ Barrier, p. 39
  6. ^ Barrier, p. 120
  7. ^ Royal Ark
  8. ^ Royal Ark

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Marie-France Barrier, Ranavalona, dernière reine de Madagascar, Parigi, Balland, 1996, ISBN 978-2-7158-1094-5.
  • (FR) Didier Nativel, Maisons royales, demeures des grands à Madagascar, KARTHALA Editions, 2005, ISBN 978-2-84586-539-6.
  • (EN) Mervyn Brown, A History of Madagascar, Princeton, Markus Wiener Pub, 2000, ISBN 978-1-55876-292-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Regina del Madagascar Successore RegnoMadagascar.jpg
Ranavalona II 1883 - 1897 abolizione della monarchia
Controllo di autorità VIAF: (EN42649297 · LCCN: (ENn96100114 · ISNI: (EN0000 0001 1629 7177 · GND: (DE119479753 · BNF: (FRcb12507624n (data)