Prelatura territoriale di Trondheim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prelatura territoriale di Trondheim
Praelatura Territorialis Trudensis
Chiesa latina
St Olav domkirke 2016 03.jpg
Stemma della diocesi
Sede vacante
Amministratore apostolico Markus Bernt Eidsvig, C.R.S.A.
Sacerdoti 13 di cui 10 secolari e 3 regolari
1.049 battezzati per sacerdote
Religiosi 5 uomini, 24 donne
Abitanti 715.059
Battezzati 13.643 (1,9% del totale)
Superficie 56.458 km² in Norvegia
Parrocchie 5
Erezione 7 aprile 1931
Rito romano
Cattedrale Sant'Olav
Indirizzo Sverres gate 1, N-7012 Trondheim, Norge
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Norvegia

La prelatura territoriale di Trondheim (in latino: Praelatura Territorialis Trudensis) è una sede della Chiesa cattolica in Norvegia immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nel 2016 contava 13.643 battezzati su 715.059 abitanti. La sede è vacante.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende le contee di Møre og Romsdal, Sør-Trøndelag e Nord-Trøndelag.

Sede prelatizia è la città di Trondheim, nel Medioevo chiamata Nidaros, dove si trova la cattedrale di Sant'Olav.

Il territorio è suddiviso in 5 parrocchie situate nelle seguenti città: Trondheim, Kristiansund, Levanger, Molde e Ålesund.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel Medioevo Nidaros, l'odierna Trondheim, era sede di una arcidiocesi, soppressa in seguito alla riforma protestante nel 1537.

Il 7 aprile 1931 fu istituita la missione sui iuris della Norvegia centrale con il breve Supremi Apostolatus di papa Pio XI, ricavandone il territorio del vicariato apostolico di Norvegia (oggi diocesi di Oslo).

Il 10 marzo 1944 la missione sui iuris fu elevata a prefettura apostolica con la bolla Digna sane di papa Pio XII.

Il 4 febbraio 1953 con la bolla Sollemne est Nobis dello stesso papa Pio XII la prefettura apostolica fu ulteriormente elevata a vicariato apostolico.

Il 28 marzo 1979 per effetto della bolla Cum Nobis di papa Giovanni Paolo II il vicariato è stato nuovamente elevato a prelatura territoriale e ha assunto il nome attuale.

Il 19 novembre 2016 il cardinale Cormac Murphy-O'Connor ha consacrato la nuova cattedrale di Sant'Olav.[1]

La sede è vacante dal 2009, ed affidata in amministrazione ai vescovi di Oslo.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2016 su una popolazione di 715.059 persone contava 13.643 battezzati, corrispondenti all'1,9% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1949 230 480.000 0,0 53 5 48 4 3
1970 553 571.553 0,1 16 8 8 34 8 38
1980 779 601.500 0,1 6 1 5 129 6 36 5
1990 1.644 600.000 0,3 5 5 328 5 8 5
1999 2.576 627.934 0,4 6 3 3 429 3 6 5
2000 2.803 630.000 0,4 6 3 3 467 3 16 5
2001 2.902 630.000 0,5 6 4 2 483 2 15 5
2002 3.080 635.936 0,5 7 5 2 440 2 14 5
2003 3.228 637.400 0,5 8 6 2 403 2 15 5
2004 3.228 640.105 0,5 5 4 1 645 1 16 5
2013 12.887 696.914 1,8 10 6 4 1.287 7 20 5
2016 13.643 715.059 1,9 13 10 3 1.049 5 24 5

Note[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]