Populismo di sinistra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il populismo di sinistra è un'ideologia politica che combina populismo e un posizionamento sulla sinistra dello scacchiere politico.

Caratterizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Mescola anti-elitismo, opposizione al sistema e una retorica rivolta alle persone comuni.[1] Tematiche ricorrenti per il populismo di sinistra sono l'anticapitalismo, la giustizia sociale, il pacifismo e l'antiglobalizzazione, senza rimarcare il tema del socialismo e delle classi sociali in maniera netta come i partiti della sinistra tradizionale.[2]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Albertazzi e Mcdonnell, p. 123.
  2. ^ Andrej Zaslove, Here to Stay? Populism as a New Party Type, in European Review, vol. 16, nº 03, giugno 2008, pp. 319–336, DOI:10.1017/S1062798708000288.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Piero Ignazi, L'intramontabile fascino del populismo, in "il Mulino", 1/2002, pp. 59-66, DOI: 10.1402/1269
  • Carlo Rossetti. Populismo e solidarietà: agitare prima dell'uso, in "il Mulino", 6/1989, pp. 947-955, DOI: 10.1402/13648
  • Luciano Cavalli, Giorgio Galli, Francesco Alberoni, Gino Giugni, Nicola Matteucci, Il populismo degli anni Settanta, in "il Mulino", 3/1970, pp. 363-402, DOI: 10.1402/16202
  • (EN) Frank Decker et al, Twenty-First Century Populism The Spectre of Western European Democracy, a cura di Daniele Albertazzi e Duncan Mcdonnell, Palgrave Macmillan, 2008, ISBN 9780230013490.