Pianoro delle Kerguelen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Topografia della platea delle Kerguelen - la parte in rosso, a Sud della platea, è il continente Antartide
Localizzazione della platea (la macchia bianca corrisponde all'isola della Desolazione)

Il Pianoro delle Kerguelen è una grande provincia ignea dell'oceano Indiano ed è considerato un vero e proprio continente sommerso.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

È posta 3000 km a Sud-ovest dell'Australia e la sua superficie è quasi tre volte quella del Giappone. La platea si estende in acque profonde per più di 2200 m in direzione Nord-ovest Sud-est, grosso modo tra 30° e 60° gradi di latitudine Sud e tra 70° e 100° di longitudine. La platea è un punto caldo della crosta terrestre e ha avuto origine da un pennacchio proveniente dal Mantello terrestre sorto nel periodo iniziale della frattura di Gondwana, circa 130 milioni di anni fa. Una piccola parte del pianoro si trova al disopra del livello del mare, costituendo le isole Kerguelen, le isole Heard e McDonald. È presente un vulcanismo intermittente residuale sulle isole Heard e sulle isole McDonald.

Storia geologica[modifica | modifica sorgente]

Dal punto di vista geologico si ritiene che il pianoro delle Kerguelen sia di origine vulcanica e sia sorto circa 110 Ma (milioni di anni fa). La presenza di carbone e conglomerato di gneiss indica che per alcuni milioni di anni sia stato elevato sopra il livello del mare e che circa 50 Ma presentasse flora e fauna tropicale. Si ritiene pertanto che sia un microcontinente abbassatosi sotto il livello del mare circa 20 milioni di anni fa.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]