Paolo Carcano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paolo Carcano
Paolo Carcano.jpg

Ministro del Tesoro del Regno d'Italia
Durata mandato 27 marzo 1905 –
8 febbraio 1906
Monarca Vittorio Emanuele III di Savoia
Capo del governo Alessandro Fortis
Predecessore Luigi Luzzatti
Successore Luigi Luzzatti
Legislature XXII

Durata mandato 29 dicembre 1907 –
11 dicembre 1909
Capo del governo Giovanni Giolitti
Predecessore Angelo Majorana Calatabiano
Successore Antonio Salandra
Legislature XXIII

Durata mandato 31 ottobre 1914 –
30 ottobre 1917
Capo del governo Antonio Salandra, Paolo Boselli
Predecessore Giulio Rubini
Successore Francesco Saverio Nitti
Legislature XXIV

Ministro delle Finanze del Regno d'Italia
Durata mandato 29 giugno 1898 –
14 maggio 1899
Monarca Umberto I di Savoia
Capo del governo Luigi Pelloux
Predecessore Ascanio Branca
Successore Pietro Carmine
Legislature XX

Durata mandato 3 agosto 1901 –
3 novembre 1903
Monarca Vittorio Emanuele III di Savoia
Capo del governo Giuseppe Zanardelli
Predecessore Leone Wollemborg
Successore Pietro Rosano
Legislature XXI

Ministro dell'Agricoltura, Industria e Commercio del Regno d'Italia
Durata mandato 24 giugno 1900 –
15 febbraio 1901
Monarca Umberto I di Savoia, Vittorio Emanuele III di Savoia
Capo del governo Giuseppe Saracco
Predecessore Antonio Salandra
Successore Silvestro Picardi
Legislature XXI

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XIV, XV, XVI, XVII, XVIII, XIX, XX, XXI, XXII, XXIII, XXIV
Sito istituzionale

Paolo Carcano (Como, 24 gennaio 1843Como, 6 aprile 1918) è stato un politico italiano, volontario garibaldino nel 1860 e nel 1866. Fu più volte deputato e ministro del Regno d'Italia e sindaco di Veniano in provincia di Como.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1860 partecipò alla spedizione de I Mille, nel 1866 combatté nel Corpo Volontari Italiani durante la Terza guerra d'indipendenza a Bezzecca e l'anno successivo venne ferito a Monterotondo. Eletto alla Camera dei deputati nel 1881 vi rimase fino alla morte, per undici legislature consecutive. Fu ascoltato consigliere di Antonio Salandra per l'organizzazione dell'entrata in guerra del Regno italiano. Viene ricordato inoltre per la Legge n. 242 approvata dal Parlamento il 19 Giugno 1902, che porta il suo nome Legge Carcano, che regolamentò la partecipazione delle Donne e dei minori al lavoro, introducendo il congedo post partum di 4 settimane ed il periodo di "allattamento". Al testo definitivo diede un notevole contributo anche Anna Kuliscioff.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Ministro delle Finanze del Regno d'Italia Successore Flag of Italy (1861-1946).svg
Ascanio Branca 29 giugno 1898 - 14 maggio 1899 Pietro Carmine I
Leone Wollemborg 3 agosto 1901 - 3 settembre 1903 Pietro Rosano II
Predecessore Ministro del Tesoro del Regno d'Italia Successore Flag of Italy (1861-1946).svg
Luigi Luzzatti 27 marzo 1905 - 8 febbraio 1906 Luigi Luzzatti I
Angelo Majorana-Calatabiano 29 dicembre 1907 - 11 dicembre 1909 Antonio Salandra II
Giulio Rubini 31 ottobre 1914 - 30 ottobre 1917 Francesco Saverio Nitti III
Controllo di autorità VIAF: (EN52617774 · SBN: IT\ICCU\SBLV\223847 · GND: (DE124246559