Palazzo Avitaja

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palazzo Avitaja
Palazzo Avitaja - Copia.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàRuvo di Puglia
IndirizzoPiazza Giacomo Matteotti
Coordinate41°07′01.15″N 16°29′04.28″E / 41.116985°N 16.484521°E41.116985; 16.484521Coordinate: 41°07′01.15″N 16°29′04.28″E / 41.116985°N 16.484521°E41.116985; 16.484521
Informazioni
CondizioniIn uso
CostruzioneXVI secolo-XVII secolo
InaugurazioneXVII secolo
UsoPalazzo comunale
Realizzazione
AppaltatoreAntonio Avitaja

Il Palazzo Avitaja è un edificio di Ruvo di Puglia, nella città metropolitana di Bari. La struttura è attualmente sede della Casa comunale e fu eretta tra il XVI e il XVII secolo per volere dell'umanista Antonio Avitaja.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo fu costruito tra la fine del Cinquecento e la metà del Seicento come attestato dalle iscrizioni presenti sulla facciata[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La facciata è molto semplice ma anche austera ed è divisa in tre ordini da due cornici e presenta quattro porte al piano terra di cui la principale è inserita tra due paraste culminanti in capitelli e sormontata da un architrave che regge lo stemma familiare[1]. Nei due ordini successivi si inseriscono ben otto finestre architravate[1]. Al primo ordine del prospetto sono inserite due lapidi che ricordano i tre caduti ruvesi durante la seconda guerra mondiale e gli italiani morti durante la battaglia di Dogali[1].

Al primo piano si trova l'aula del sindaco e l'sala consiliare[1], alle quali si accede tramite uno scalone trionfale, decorato a bassorilievo[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Palazzo Avitaia, su ruvolive.it, 2011.
  2. ^ PUG-Vincoli architettonici (PDF), su comune.ruvodipugliaweb.it, 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]