Palasport Città di Vicenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzetto dello Sport "Città di Vicenza"
PalaGoldoni
Volley Vicenza - Novara 2008-09.jpg
Informazioni generali
StatoItalia Italia
UbicazioneVia Goldoni, 12
36100 Vicenza
Inizio lavori1969
Inaugurazionedicembre 1972
Ristrutturazione2012
ProprietarioComune di Vicenza Vicenza-Stemma.png
Progetto1968
Informazioni tecniche
Posti a sedere1700
Mat. del terrenoParquet
Dim. del terreno38.11 x 18.87 m
Uso e beneficiari
PallacanestroAS Vicenza
Pallacanestro Vicenza
PallavoloVolley Vicenza
Calcio a 5Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Sporteam Vicenza
Mappa di localizzazione
Coordinate: 45°33′38.16″N 11°31′54.48″E / 45.5606°N 11.5318°E45.5606; 11.5318
Palasport "Città di Vicenza - PalaRewatt"

Il palasport Città di Vicenza, noto come PalaGoldoni, è il principale palazzetto dello sport del capoluogo berico. All'inizio della stagione 2019-2020 i dirigenti della società di basket femminile AS Vicenza (serie A2) hanno proposto al Sindaco e all'Assessore allo sport del Comune di Vicenza di avviare le pratiche per intitolarlo al presidente Antonio Concato deceduto il 22 settembre 2018 e fondatore della società sportiva.

Il palasport del capoluogo berico è stato inaugurato nel dicembre del 1972 con l'opera Madre Coraggio di Brecht ed ha ospitato, nello stesso anno i gruppi rock Gentle Giant, Black Sabbath e Jethro Tull. Accanto alle partite di basket delle squadre locali infatti (maschile e femminile), il nuovo palazzetto si aprì molto anche alla cultura con la Tosca del soprano Marcella Pobbe e con Giselle di Carla Fracci unito a presenze sportive di rilievo come gli Harlem Globetrotters.

Ma è il 13 marzo 1983 la data storica per il palazzetto, giorno in cui la squadra di basket femminile (la Zolu Vicenza) diventa campione d'Europa per la prima volta.

È stato utilizzato principalmente dalle società di pallacanestro A. S. Vicenza (femminile) e Pallacanestro Vicenza (maschile) e dalla fine degli anni '90 anche dalla squadra di pallavolo femminile (il Vicenza Volley dell'allora direttore e presidente Giovanni Coviello) e successivamente dalla società pallavolistica femminile di serie A2 e da tutte le squadre giovanili del gruppo Joy Volley Vicenza (fino al fallimento della società), oltre che per eventi e saggi di ginnastica artistica e ritmica.

In questo palazzetto nel 2001 la Veneto Banca Minetti Vicenza vinse la Coppa CEV e la Supercoppa Italiana battendo in entrambi casi per 3-0 la Foppapedretti Bergamo.

Oggi il palasport di Vicenza ospita le gare sia di pallavolo, sia di pallacanestro: Anthea Vicenza Volley, club militante in serie A2 femminile, Pallacanestro Vicenza (serie B maschile) e AS Vicenza (serie A2 femminile).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]