Osso penico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Baculum di Procione.

Il baculum (detto anche osso penico o osso penieno) è un osso che si trova nel pene di molti mammiferi placentati. È assente nell'uomo, ma è presente in altri primati, come il gorilla e lo scimpanzé. L'osso è di aiuto nel rapporto sessuale.

Scopo[modifica | modifica sorgente]

Il baculum è usato nella copula e varia in forma e dimensione tra le specie. Le sue caratteristiche sono utilizzate per descrivere specie dai caratteri simili. Quest'osso consente a un maschio di accoppiarsi con la femmina per lungo tempo, che risulta un vantaggio in alcuni sistemi di accoppiamento.[1]

In latino il significato originale della parola baculum è "bastone" o "verga" . Nelle femmine di mammiferi l'omologo del baculum corrisponde al baubellum o osso clitorideo.[2]

Presenza nei mammiferi[modifica | modifica sorgente]

Osso penico o penieno di cane. La freccia indica il solco uretrale.

I mammiferi che presentano l'osso penico (nei maschi) e l'osso clitorideo (nelle femmine), includono vari mammiferi:

È assente in: uomini, equidi, elefanti, monotremi, marsupiali, lagomorfi, iene, cetacei (balene, delfini) e altri.

Quest'ampia distribuzione suggerisce che l'osso si sia evoluto presto nei mammiferi placentati e che successivamente si sia perso in alcuni gruppi.


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Godinotia in Walking With Beasts, ABC — BBC, 2002, pp. Question: How do we know how Godinotia (the primate in program 1) mated?. URL consultato il 29 giugno 2010.
  2. ^ Best, Granai, Tamius merriami (PDF) in Mammalian Species, vol. 476, American Society of Mammalogists, 2 dicembre 1994, pp. 1–9.
  3. ^ Markus G. Dyck, Jackie M. Bourgeois and Edward H. Miller, Growth and variation in the bacula of polar bears (Ursus maritimus) in the Canadian Arctic in Journal of Zoology, vol. 264, nº 1, 2004, pp. 105–110, DOI:10.1017/S0952836904005606.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]