Ordinariato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nella terminologia cristiana, l'ordinariato indica l'insieme dei vari organi attraverso cui un ordinario, specialmente un vescovo, esercita le diverse forme della propria autorità.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

In senso lato, un ordinariato è una giurisdizione ecclesiastica amministrata da un ordinario del luogo, che di norma è un vescovo. L'ordinariato non è espressamente previsto dal Codice di diritto canonico della Chiesa latina, ma è eretto ai sensi del comma 2 del canone 372 del succitato Codice, che regola la costituzione di Chiese particolari a carattere personale.[2] Nella prassi, esso implica un tipo di Chiesa particolare, con giurisdizione limitata a una particolare categoria di fedeli e con un territorio nazionale o superiore.

Nella Chiesa cattolica esistono attualmente tre tipi di ordinariati:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ordinariate, in Catholic Encyclopedia, New York, Encyclopedia Press, 1913.
  2. ^ Codice di diritto canonico - Le Chiese particolari e l'autorità in esse costituita, su vatican.va. URL consultato il 16-05-2011.
  3. ^ Military Ordinariates, su gcatholic.org. URL consultato il 05-11-2010.
  4. ^ Ordinariates for the Faithful of Eastern Rite, su gcatholic.org. URL consultato il 05-11-2010.
  5. ^ Personal Ordinariates, su gcatholic.org. URL consultato il 05-11-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi