Omologazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Omologazione (disambigua).

Il termine omologazione, dalla lingua greca homologos (ομόλογος), traducibile come "convenzione"[1], si usa in vari campi per unificare tra loro oggetti precedentemente differenti o per garantire che un prodotto sia corrispondente ad un campione depositato quale modello o in generale a delle specifiche tecniche spesso definite all'interno di standard o normative.

Un uso erroneo, è ad esempio quello di utilizzare il termine "omologazione" per indicare l'equipollenza tra vari titoli di studio all'interno di una o più nazioni; in Italia il termine viene per lo più associato al campo dei veicoli, ma può essere esteso col medesimo significato generale ad altri ambiti di produzione quali ad esempio nel campo della meccanica motoristica

Omologazione automobilistica[modifica | modifica sorgente]

La procedura con la quale l'autorità di omologazione certifica che un tipo di veicolo, sistema, componente o unità tecnica è conforme alle pertinenti disposizioni amministrative e prescrizioni tecniche

Il numero di omologazione o codice di omologazione è un vero e proprio codice alfanumerico che caratterizza ogni tipo di veicolo ed individua univocamente i dati tecnici (tipo di motore, tipo di carrozzeria, numero di posti, dimensioni caratteristiche, ecc.) che vengono annotati nel documento di circolazione.

Utilità dell'omologazione[modifica | modifica sorgente]

L'omologazione consente un corretto utilizzo del veicolo da parte del conducente, lo svolgimento delle verifiche e dei controlli previsti ai sensi delle vigenti disposizioni di legge a tutti gli organi appositamente preposti. Inoltre il codice di omologazione rappresenta il codice tecnico di riferimento più importante per l'identificazione delle caratteristiche tecniche del veicolo a partire dal momento in cui viene immatricolato.

Ubicazione dell'omologazione[modifica | modifica sorgente]

Detto codice viene indicato: nei documenti di origine del veicolo (certificato di origine o dichiarazione di conformità), nei documenti di circolazione (carta di circolazione o certificato di idoneità tecnica), su apposita targhetta identificativa ancorata alla carrozzeria del veicolo.

Tipi di omologazioni[modifica | modifica sorgente]

Le omologazioni si possono suddividere in nazionali e comunitarie.

  • L'omologazione nazionale è prevista dalla legislazione nazionale la cui validità è limitata al territorio nazionale. Può avere validità limitata o temporanea (produzione di veicoli in piccole serie).
  • L'omologazione comunitaria, in luogo di quella nazionale, è valida in tutto il territorio comunitario, certificando la rispondenza alle disposizioni amministrative e alle prescrizioni tecniche previste dagli atti normativi comunitari. Il costruttore del veicolo rilascia all'acquirente il certificato di conformità comunitario (COC) in luogo della dichiarazione di conformità.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lorenzo Rocci, Vocabolario Greco Italiano, Società editrice Dante Alighieri, 1998 (39a. ed.), p. 1333.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • E. Biagetti, Prontuario del veicolo, Egaf edizioni, 2004; con la consulenza del Dott. Ing. Vincenzo Russo, MCTC di Savona

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti