Nicolò Palmieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nicolò Palmeri, noto anche come Niccolò Palmieri (Termini Imerese, 9 agosto 1778Termini Imerese, 18 luglio 1837), è stato un economista, storico e politico italiano.

Busto di Niccolò Palmieri

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Appartenne a una famiglia dell'aristocrazia terriera siciliana. Studiò economia all'università di Palermo, dove fu allievo prediletto dell'economista Paolo Balsamo.

Fu un convinto fautore dell'autonomia siciliana e della Costituzione siciliana del 1812, la costituzione promulgata in Sicilia durante la permanenza di Ferdinando III di Sicilia a Palermo in età napoleonica; fu quindi membro del parlamento siciliano. Scrisse anche un pamphlet in favore della costituzione (Catechismo politico siciliano, attribuito a Nicolò Palmeri da Termini, membro del Parlamento in Palermo negli anni 1812, 1813, 1814, vittima del colera al 1837, da altri attribuito a Michele Amari[1]), così come scrisse un altro pamphlet dal titolo "Considerazioni sul Decreto del Parlamento di Napoli, che dichiarò nulla la Convenzione di Palermo de' 14. Ottobre 1820". Morì di colera nella città natale.

Autore di diversi saggi storici, quando Ferdinando nel dicembre 1816 creò il Regno delle Due Sicilie, fondendo i due regni di Napoli e di Sicilia, abolendo quindi formalmente il regno di Sicilia, Palmeri scrisse un saggio polemico Saggio storico e politico sulla costituzione del Regno di Sicilia, scritto verosimilmente attorno al 1822 e pubblicato postumo a Lugano a cura di Michele Amari nel 1847.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Battista Corniani, I secoli della letteratura italiana dopo il suo Risorgimento, colle aggiunte di Camillo Ugoni e Stefano Ticozzi e continuato sino a questi ultimi giorni per cura di F. Predari, pp. 309–312, Torino: Pomba, poi Torino: UTET, 1854-1856 (on-line)
  • G. Longo, 2012 - " Un Grande Economista Siciliano dell'800: Nicolò' Palmeri da Termini Imerese", on line nel sito: http://www.madonielive.com/?id=12698, 17/11/2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN33061000 · ISNI (EN0000 0000 8112 4937 · SBN IT\ICCU\PALV\015800 · LCCN (ENn83800689 · GND (DE128856351 · CERL cnp00514475
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie