Neil Fingleton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Neil Fingleton
Dati biografici
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Altezza 233 cm
Peso 168 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centro
Ritirato 2007
Carriera
Giovanili
1997-2000
2001-2002
2002-2004
Holy Name Central High School
N. Carol. Tar Heels N. Carol. Tar Heels
H. Cross Crusaders H. Cross Crusaders
Squadre di club
1997-1998 Teeside Mohawks
2004-2006 Boston Frenzy Boston Frenzy 12
2006-2007 Teeside Mohawks 15
2006 Illescas Illescas 6
2007 Real Coivsa 10
Nazionale
2000
2001
Regno Unito Regno Unito
Regno Unito Regno Unito universitaria
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Neil Fingleton (Durham, 18 dicembre 1980) è un ex cestista inglese e anche l'uomo più alto del Regno Unito secondo il Guinness dei Primati.

È alto 232,6 cm.[1] Ufficialmente misurato dal Guinness World Records scalzo, nel sistema anglosassone risulta alto 7 piedi e 7,56 pollici, che corrispondono a 2,325624 metri.

Per la sua mole, unitamente al fatto di praticare lo sport della pallacanestro, fu calcolato un fabbisogno energetico medio giornaliero di 8.000 calorie. Un adulto di sesso maschile di statura standard (1,75 metri) e di considerevole muscolatura può necessitare di un fabbisogno medio indicativo di 3.500 calorie, sempre considerando anche la pratica di un'attività fisica agonistica costante. Talvolta, in caso di allenamenti intensivi e partite ravvicinate, il corpo di Neil richiedeva sino a 10.000 calorie. La lunghezza della parte interna delle gambe è di 54 pollici che corrispondono a 1,37 metri, di scarpe porta il numero 15 (misura americana) che corrisponde al 49,5 italiano.

Attualmente è un attore, anche di cinema, e possiede un sito internet con vendita online di abbigliamento per giganti.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Fingleton vinse un campionato scolastico di basket negli USA e ha militato nel Ciudad Real club in Spagna.[1]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b http://www.thesun.co.uk/article/0,,2-2007140078,00.html

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]