Murina tubinaris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Murina tubinaris
Immagine di Murina tubinaris mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Murininae
Genere Murina
Specie M.tubinaris
Nomenclatura binomiale
Murina tubinaris
Scully, 1881

Murina tubinaris (Scully, 1881) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso nel Subcontinente indiano.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 39 e 48 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 30,1 e 34,1 mm, la lunghezza della coda tra 22 e 35 mm, la lunghezza del piede tra 6 e 9 mm, la lunghezza delle orecchie tra 13 e 15 mm e un peso fino a 5,5 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è corta, densa, soffice e lanosa. Le parti dorsali sono bruno-rossastre, con la base dei peli scura e una banda centrale più chiara, mentre le parti ventrali sono più chiare con dei riflessi grigiastri. Il muso è stretto, allungato, con le narici protuberanti e tubulari. Gli occhi sono molto piccoli. Le orecchie sono larghe, arrotondate e ben separate tra loro. Il trago è lungo, affusolato, dritto e con un piccolo lobo alla base posteriore. Le ali sono attaccate posteriormente alla base della'artiglio dell'alluce. I piedi sono piccoli e ricoperti di peli. La coda è lunga ed inclusa completamente nell'ampio uropatagio, il quale è densamente ricoperto di peli sulla superficie dorsale. Il calcar è lungo.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia sugli alberi.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di insetti.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Danno alla luce 1-2 piccoli alla volta.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa negli stati indiani del Jammu e Kashmir, Meghalaya, Mizoram e Sikkim e nel Pakistan nord-occidentale.

Vive nelle foreste sempreverdi collinari tra 615 e 1.230 metri di altitudine.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La popolazione dell'Indocina è stata trasferita recentemente nelle specie M.cineracea, M.beelzebub e M.walstoni [4].

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la popolazione presumibilmente numerosa, classifica M.tubinaris come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Csorba, G., Bates, P., Molur, S. & Srinivasulu, C. 2008, Murina tubinaris su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2015.2, IUCN, 2015.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Murina tubinaris in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Srinavasulu & Al., 2010
  4. ^ Csorba G, Truong Son N, Saveng I & Furey NM, Revealing cryptic bat diversity: three new Murina and redescription of M.tubinaris from southeast Asia in Journal of Mammalogy, vol. 92, nº 4, 2011, pp. 891-904.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi