Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Monte Unzen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monte Unzen
Unzen pyroclastic and lahar deposits.jpg
Monte Unzen, Giappone, sono visibili lahar e flussi piroclastici.
StatoGiappone Giappone
RegioneKyūshū
Altezza1 500 m s.l.m.
Ultima eruzione1996
Codice VNUM282100
Coordinate32°45′24″N 130°17′40″E / 32.756667°N 130.294444°E32.756667; 130.294444Coordinate: 32°45′24″N 130°17′40″E / 32.756667°N 130.294444°E32.756667; 130.294444
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Giappone
Monte Unzen
Monte Unzen

Il monte Unzen (雲仙岳 Unzendake?) è un gruppo vulcanico attivo costituito da diversi stratovulcani sovrapposti. Si trova vicino alla città di Shimabara, nella prefettura di Nagasaki sull'isola di Kyūshū, la terza per grandezza delle quattro isole principali del Giappone.

Nel 1792 il collasso di diversi suoi duomi di lava innescò uno tsunami che uccise circa 15.000 persone, nel disastro correlato ai vulcani più catastrofico tra quelli avvenuti in Giappone.[1] Fu molto attivo nella prima metà degli anni novanta ed un'eruzione nel 1991 uccise 43 persone che vi assistevano, tra cui 3 vulcanologi.

Le cime più alte al momento sono Fugendake (普賢岳?) (1.359 metri) e Heisei Shinzan (平成新山?) (1.486 metri), quest'ultima sorta agli inizi del periodo Heisei (1989–).

In lontananza, dal passo Nita, i picchi Fugendake (a sinistra) e Heisei-Shinzan.

Il monte Unzen fa parte della penisola Shimabara, caratterizzata da una persistente attività vulcanica e i depositi vulcanici più antichi datano a oltre 6 milioni di anni fa.

Le eruzioni[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il 1792, il vulcano rimase dormiente fino a quando, nel novembre 1989, ebbe inizio uno sciame sismico, avvenuto a una profondità tra i 20 e i 10 km. La prima eruzione di tipo pliniano iniziò nel novembre 1990, quindi nel maggio 1991 iniziò a fuoriuscire lava viscosa e povera di gas, che creò presto dei duomi. Pochi giorni dopo iniziarono i flussi piroclastici.[2]

Immagine radar del monte Unzen dallo spazio

Le autorità effettuarono uno sgombero di emergenza di circa 12000 abitanti del luogo. Il 3 giugno 1991 il vulcano eruttò violentemente, un flusso piroclastico arrivò a 4,5 km dal cratere e uccise 43 scienziati e giornalisti, compresi i vulcanologi Katia e Maurice Krafft e Harry Glicken.[3]

Tra il 1991 e il 1994 circa 10.000 flussi piroclastici di minor entità distrussero 2.000 case. Nel 1995 le eruzioni, diminuite via via dal 1993, cessarono. Vennero costruite diverse dighe per la difesa dai lahar creati dalle forti piogge.

Il monte Unzen è stato incluso nei Vulcani del Decennio nel 1991.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ E. Johnston, Latest volcano show: Shinmoe, Japan Times, 1º marzo 2011, p. 3.
  2. ^ Il vulcano Unzen su USGS
  3. ^ S. Connor, The men and women in woolly hats who risk their lives to study volcanoes, The Independent, 22 aprile 2010

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (ENJA) progetto USDP: trivellazione del monte Unzen per scopi scientifici
Controllo di autoritàVIAF: (EN252090621