Michail Vasil'evič Alekseev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il generale Michail Vasil'evič Alekseev in una foto dell'epoca.

Michail Vasil'evič Alekseev (in russo Алексеев, Михаил Васильевич; Tver', 3 novembre 1857Ekaterinodar, 25 settembre 1918) è stato un generale russo.

Ufficiale di spicco prima e durante la prima guerra mondiale, fu uno dei capi delle forze anti-bolsceviche nel periodo 1917 - 1918.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Tver', cittadina posta tra i fiumi Volga e Tverca, suo padre era capitano dell'esercito nel 64º Reggimento del Kazan'. Dopo aver intrapreso anche lui la carriera militare, Michail Alekseev conseguì i gradi alla Scuola Militare di Mosca nel 1876 e fu assegnato al 64º Reggimento di Kazan'.

Dopo aver terminato il corso di studi all'Accademia Militare Nicolas, nel 1890 venne nominato aiutante di campo al quartier generale del 1º Corpo d'Armata del Distretto Militare di San Pietroburgo, dove prestò servizio sia in qualità di ufficiale che come professore di storia all'Accademia Militare del Distretto dal 1898 al 1904.

Con lo scoppio della guerra russo-giapponese, Alekseev venne nominato nel 1904 Generale Quartiermastro della 3ª Armata Russa in Manciuria e durante il conflitto venne insignito dell'Ordine di San Stanislao e dell'Ordine di Sant'Anna. Dopo la guerra, nel 1908, venne nominato Capo Distretto del Distretto militare di Kiev.

Fino al 1917 è membro della Massoneria, in una loggia militare[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Nina Berberova, Les Francs-maçons russes du XXe siècle, Actes Sud, Arles, 1990, p. 106.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN3321616 · LCCN: (ENn92102870 · GND: (DE121202860 · BNF: (FRcb14531746p (data)