Massiccio del Bernina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Massiccio del Bernina
Val Roseg.jpg
Il lato svizzero del massiccio dalla Val Roseg
ContinenteEuropa
StatiItalia Italia
Svizzera Svizzera
Catena principaleAlpi del Bernina (nelle Alpi Retiche occidentali)
Cima più elevataPizzo Bernina (4.050 m s.l.m.)

Il massiccio del Bernina è un massiccio montuoso delle Alpi Retiche occidentali (Alpi del Bernina), situato al confine tra Lombardia (provincia di Sondrio) e Svizzera (Canton Grigioni). Culminante a 4050 m s.l.m. col pizzo Bernina, il quattromila più orientale delle Alpi, è uno dei principali e più alti massicci montuosi delle Alpi, il più elevato delle intere Alpi Retiche davanti al gruppo Ortles-Cevedale. La vetta principale è per circa 200 metri in territorio svizzero; la Punta Perrucchetti alta 4020 m e seconda vetta del Gruppo, è invece la cima più alta della Lombardia, conosciuta pure come la 'vetta italiana' del Bernina. Oltre a queste due cime di oltre 4000 metri, il Gruppo conta ben 6 vette sopra i 3900 metri tra cui il Pizzo Zupò che con i suoi 3996 metri sfiora di pochissimo i 4000. È attraversato dalla Ferrovia del Bernina che collega Tirano a Sankt Moritz, ed è stato dipinto dall'importante pittore lombardo Emilio Longoni. È sede di numerosi ghiacciai molto estesi sia sul versante svizzero che su quello lombardo.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Il lato italiano del massiccio
La vetta del Pizzo Bernina e la cresta Biancograt

Secondo la SOIUSA il massiccio del Bernina è un gruppo alpino con la seguente classificazione:

Delimitazioni[modifica | modifica wikitesto]

Ruotando in senso orario i limiti geografici del massiccio sono: passo del Maloja, Engadina, val Bernina, passo del Bernina, alta val Poschiavo, passo Confinale, valle di Campo Moro, alta Valmalenco, passo del Muretto, passo del Maloja.

Suddivisione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la SOIUSA il massiccio del Bernina è suddiviso in cinque sottogruppi[1]:

  • Sottogruppo del Tre Mogge (a)
  • Sottogruppo del Gluschaint (b)
    • Cresta del Gluschaint (b/a)
    • Costiera del Corvatsch (b/b)
  • Sottogruppo del Bernina (c)
  • Sottogruppo dello Zupò (d)
  • Sottogruppo del Piz Palü (e)

Principali cime[modifica | modifica wikitesto]

Le principali montagne del massiccio sono:

Ghiacciai[modifica | modifica wikitesto]

È ricoperto di numerosi ghiacciai, che però negli ultimi anni si sono molto ridotti in dimensioni. Nella Val Morteratsch vi sono i ghiacciai più grandi, dai quali, più in basso, si dipartono le due lingue del Morteratsch e del Pers. Nella parte più alta della Val Roseg si trovano due ghiacciai: il Roseg e il Tschierva. I fiumi di queste due valli, l'Ova da Roseg e la Berninabach, confluiscono formando il fiume Flaz che poi sfocia nell'Inn. A est si trova il Ghiacciaio del Palü e a sud i ghiacciai dello Scerscen e della Fellaria.

Rifugi alpini[modifica | modifica wikitesto]

Per facilitare l'escursionismo di alta montagna e la salita alle vette intorno al massiccio vi sono alcuni rifugi:

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Ghiacciaio del Bernina visto dalla Svizzera (2018)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tra parentesi vengono riportati il codice della SOIUSA dei sottogruppi. Si tenga presente che un sottogruppo è ulteriormente suddiviso in settori di sottogruppo ed è stato quindi aggiunta una lettera al codice.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Marazzi, Atlante Orografico delle Alpi. SOIUSA, Pavone Canavese, Priuli & Verlucca, 2005.
  • Nemo Canetta e Giuseppe Miotti, Bernina (Collana Guida dei Monti d'Italia), Club Alpino Italiano e Touring Club Italiano, 1996.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN237221216 · LCCN (ENsh93004146 · GND (DE4005802-5