Marsia (Tagliacozzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marsia
frazione
Marsia – Veduta
Marsia – Veduta
Ingresso della località turistica
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
ProvinciaProvincia dell'Aquila-Stemma.svg L'Aquila
ComuneTagliacozzo-Stemma.png Tagliacozzo
Territorio
Coordinate42°03′56.77″N 13°11′17.7″E / 42.06577°N 13.18825°E42.06577; 13.18825 (Marsia)
Altitudine1 450 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale67069
Fuso orarioUTC+1
TargaAQ
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Marsia
Marsia

Marsia è una località turistica montana, estiva e invernale, situata nel comune di Tagliacozzo (AQ), in Abruzzo.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Marsia è circondata dai monti Simbruini, appartenenti alla dorsale occidentale dell'Appennino centrale abruzzese. Nell'area, situata tra Abruzzo e Lazio, si trova una tra le più vaste faggete presenti in Europa. Nella Marsica a Cappadocia, Pereto e Tagliacozzo presenta vari accessi, oltre a Marsia, i più percorsi si trovano a Camporotondo, al rifugio di Campo Catino e a Roccacerro[1].

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Gode di un clima continentale con notevoli escursioni termiche tra il giorno e la notte: d'inverno si possono avere temperature al di sotto dei -20 °C nelle giornate serene. La temperatura più bassa registrata è di ben -35,8 °C avutasi in seguito all'ondata di freddo del febbraio 2012[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le montagne di Marsia

Il territorio montano di Marsia è stato incluso dal Cinquecento tra i possedimenti dell'universitas di Roccacerro in seguito alla donazione dei Colonna, signori del ducato di Tagliacozzo e della contea di Albe. Con l'abolizione del feudalesimo il territorio di Roccacerro, inclusa Marsia, è stato aggregato dal 1811, anno dell'istituzione del distretto di Avezzano, al comune di Tagliacozzo[3][4].

La stazione sciistica, sviluppata a cominciare dagli anni sessanta e non più funzionante gradualmente dagli anni ottanta, è collocata a un'altitudine che varia tra i circa 1.450 e i 1.737 m s.l.m. sul versante orientale del monte Midia. Disponeva di una seggiovia, 2 sciovie e 6 piste da sci, tra le quali le piste "Marsicana" e "Baby", e alcune strutture ricettive[5].

Prima della dismissione definitiva dei vecchi impianti sciistici, Marsia risultava essere una delle stazioni invernali più facilmente raggiungibili da Roma[6].

Dalla prima decade degli anni duemila il consorzio Marsia, l'amministrazione separata di Roccacerro e il comune di Tagliacozzo hanno avanzato dei progetti di rilancio turistico del territorio[3][5].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio è raggiungibile da Roccacerro (Tagliacozzo) e da Colli di Monte Bove (Carsoli) attraverso il vecchio tracciato della strada statale 5 Via Tiburtina Valeria, dal valico di monte Bove collocato a 1220 m s.l.m.[5]

Una strada sterrata raggiunge dopo circa 15 chilometri Camporotondo, nel comune di Cappadocia sul versante abruzzese dei monti Simbruini, attraversando un vasto pianoro carsico in quota.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La faggeta di Marsia, su turismo.comune.tagliacozzo.aq.it, Comune di Tagliacozzo. URL consultato il 10 maggio 2022.
  2. ^ Associazione meteorologica AQ Caput frigoris, su marsiaverde.it, Marsiaverde. URL consultato l'11 settembre 2022.
  3. ^ a b Nino Motta, La guerra infinita di Marsia la piccola Cortina d’Abruzzo, su ilcentro.it, Il Centro, 22 febbraio 2009. URL consultato l'11 settembre 2022.
  4. ^ Antonio Sciarretta, Geo-storia amministrativa d'Abruzzo. Provincia di Abruzzo Ulteriore II o dell'Aquila. Area Marsicana, su asciatopo.xoom.it, Antonio Sciarretta's Toponymy. URL consultato il 29 agosto 2022.
  5. ^ a b c Marsia nella storia, dalla pista Baby alla Marsicana per arrivare alla seggiovia (Foto), su confinelive.it, Confine Live, 12 settembre 2020. URL consultato l'11 settembre 2022.
  6. ^ Marsia di Tagliacozzo, su abruzzoturismo.it, Regione Abruzzo. URL consultato l'11 settembre 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Marsica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marsica