Marida Bolognesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marida Bolognesi

Presidente della XII Commissione (Affari Sociali) della Camera dei deputati
Durata mandato 8 maggio 1996 –
29 maggio 2001
Presidente Luciano Violante
Predecessore Roberto Calderoli
Successore Giuseppe Palumbo
Sito istituzionale

Deputata della Repubblica Italiana
Legislature - XI

- XII

- XIII

- XIV

Gruppo
parlamentare
XI:

- Rifondazione Comunista

XII:

- GRUPPO MISTO (Dal 20/06/1995 a fine legislatura)

In precedenza:

- Rifondazione Comunista (Da inizio legislatura al 20/06/1995)

XIII e XIV:

- Democratici di Sinistra-L'Ulivo

Coalizione XI:

Nessuna

XII:

Alleanza dei Progressisti

XIII e XIV:

L'Ulivo

Circoscrizione XI:

Genova-Imperia-La Spezia-Savona

XII e XIII:

Liguria

XIV:

Toscana

Collegio XII:

13-Sarzana


Dati generali
Partito politico Democratici di Sinistra (1999-2006)

In precedenza:

Partito della Rifondazione Comunista (1992-1995)

Partito Democratico della Sinistra (1995-1999)

Titolo di studio Laurea in Lettere
Professione Insegnante

Marida Bolognesi (Livorno, 18 settembre 1952) è una politica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni politiche del 1992 è eletta deputata con Rifondazione Comunista nella circoscrizione di Genova (Genova- Imperia-La Spezia-Savona), per via della rinuncia di Andrea Sergio Garavini (che opta per la circoscrizione di Roma).

Alle elezioni del 1994 è rieletta deputata nel collegio uninominale di Sarzana (sistema maggioritario) sostenuta dall'Alleanza dei Progressisti (in quota PRC).

A giugno 1995 abbandona Rifondazione Comunista e passa al gruppo misto, aderendo poi a giugno del 1996 al Partito Democratico della Sinistra.

Alle elezioni politiche del 1996 è nuovamente eletta deputata nelle liste del Partito Democratico della Sinistra, nella quota proporzionale della circoscrizione Liguria.

Durante la XIII Legislatura ha inoltre ricoperto la carica di Presidente della XII Commissione (Affari sociali) della Camera dei Deputati.

Nel 1999, con lo scioglimento del PDS, aderisce ai Democratici di Sinistra di Piero Fassino.

Alle elezioni politiche del 2001 è eletta per la quarta volta deputata nelle liste dei Democratici di Sinistra, nella quota proporzionale della circoscrizione Toscana.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]