Marco Rizzo (fumettista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Rizzo

Marco Rizzo (Erice, 24 ottobre 1983) è un fumettista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giornalista professionista dal 2009, ha collaborato con varie testate tra cui L'Isola possibile, Il Giornale di Sicilia, Fumo di china, e con l'agenzia di stampa ANSA. È il fondatore del portale Comicus.it e, assieme a Sergio Algozzino, della rivista antologica sperimentale Mono, edita da Tunué.

Come sceneggiatore di fumetti la sua produzione spazia dai racconti brevi di vario genere (noir, fantascienza, supereroico e sociale) ai romanzi a fumetti, con i disegni di Lelio Bonaccorso, ma si è particolarmente dedicato al nuovo filone del "giornalismo a disegni" (graphic journalism).

Ha collaborato come editor e traduttore per Edizioni BD e Magic Press e dal 2010 svolge quel ruolo per Panini Comics. Dal 2010 al 2014 collabora inoltre per l'Unità, per cui tiene il blog Mumble Mumble, su fumetti e attualità.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Graphic novel[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008: Premio Attilio Micheluzzi (Napoli Comicon) per il Miglior fumetto (Ilaria Alpi, il prezzo della verità)
  • 2009: Premio Giancarlo Siani per il Miglior fumetto (Peppino Impastato, un giullare contro la mafia, ex aequo con Don Peppe Diana, per amore del mio popolo, Round Robin)[2]
  • 2009: Premio della Satira (Museo della satira e della caricatura) per la Miglior graphic novel (Peppino Impastato, un giullare contro la mafia)[3]
  • 2009: Premio Carlo Boscarato (Treviso Comic Book Festival) come Miglior sceneggiatore italiano (per Peppino Impastato, un giullare contro la mafia)[4].
  • 2016: Cezam Prix BD (Jan Karski. L'uomo che scoprì l'Olocausto)[5].
  • 2017: Premio Prato CittAperta sezione Fumetto (L' immigrazione spiegata ai bambini. Il viaggio di Amal)[6].
  • 2018: Premio Premio Pieve Saverio Tutino come giornalista (per Salvezza)[7].
  • 2018: Premio Carlo Boscarato (Treviso Comic Book Festival) come Miglior sceneggiatore italiano (per Salvezza)[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN265883122 · ISNI (EN0000 0003 8259 1838 · SBN IT\ICCU\CAGV\491206 · BNF (FRcb165445439 (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie