Malattia neuromuscolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Malattie neuromuscolari)
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Malattia neuromuscolare è un termine molto ampio che comprende molte malattie e disturbi che compromettono il funzionamento dei muscoli, direttamente, essendo patologie del muscolo volontario o, indirettamente, patologie dei nervi o giunzioni neuromuscolari.[1][2]

Le malattie neuromuscolari sono quelle che colpiscono i muscoli e/o il loro controllo diretto del sistema nervoso; problemi con il controllo nervoso centrale possono causare spasticità o un certo grado di paralisi (da entrambi i disturbi del motoneurone inferiore e superiore), a seconda della posizione e della natura del problema. Alcuni esempi di disturbi del sistema nervoso centrale includono le miopatie, come la distrofia muscolare, l'ictus, la malattia di Parkinson, la sclerosi multipla, la malattia di Huntington e la Malattia di Creutzfeldt-Jakob. Le atrofie muscolari spinali sono disturbi del motoneurone inferiore mentre la sclerosi laterale amiotrofica è una condizione mista del motoneurone superiore e inferiore (malattia del motoneurone).

Sintomi e segni[modifica | modifica wikitesto]

I sintomi della malattia neuromuscolare possono comprendere i seguenti:[1][3]

Cause[modifica | modifica wikitesto]

La malattia neuromuscolare può essere causata da disturbi autoimmuni,[4] disturbi genetici/ereditari[1] e alcune forme del disturbo da collagene Sindrome di Ehlers-Danlos,[5] esposizione a sostanze chimiche ambientali e avvelenamento che include avvelenamento da metalli pesanti.[6] Il fallimento dell'isolamento elettrico che circonda i nervi, la mielina, è visto in alcune malattie da carenza, come il fallimento del sistema corporeo per l'assorbimento della vitamina B-12[6]

Patologie[modifica | modifica wikitesto]

Di solito sono incluse le miopatie come la distrofia muscolare e le malattie della giunzione. Le malattie della giunzione neuromuscolare comprendono la miastenia gravis, una forma di debolezza muscolare dovuta agli anticorpi contro il recettore dell'acetilcolina,[7] e la sua condizione correlata alla sindrome di Lambert-Eaton (LEMS).[8] Sindromi di incerta origine in cui sospettano coinvolgimenti dei canali ionici o della giunzione neuromuscolare sono quelle che ricadono sotto l'ipereccitabilità dei nervi periferici: la tetania normocalcemica, la sindrome di Isaacs o neuromiotonia e la sindrome dell'uomo rigido.

Il tetano e il botulismo sono infezioni batteriche in cui le tossine batteriche causano rispettivamente un aumento o una diminuzione del tono muscolare.[9] Distrofie muscolari, comprese quelle di Duchenne e Becker, comprendono un grande gruppo di malattie, molte delle quali ereditarie o derivanti da mutazioni genetiche, in cui l'integrità muscolare è compromessa, portano a una progressiva perdita di forza e una riduzione della durata della vita.[10]

Ulteriori cause di malattie neuromuscolari sono:

Polimiosite

Disturbi muscolari infiammatori

Tumori

In più vi sono alcuni esempi di distonia.

Meccanismi[modifica | modifica wikitesto]

In termini di meccanismo delle malattie neurologiche, dipende da quale si considera, che si tratti di sclerosi laterale amiotrofica, miastenia grave o qualche altra NMD.[1] Si scopre che nella distrofia muscolare (Duchenne), la terapia genica potrebbe essere promettente come trattamento, poiché la mutazione in un esone non essenziale può essere migliorata saltando l'esone.

Diagnosi[modifica | modifica wikitesto]

Studio della velocità di conduzione nervosa

Le procedure diagnostiche che possono rivelare disturbi muscolari sono di solito osservazioni cliniche dirette. Il punto di partenza è l'osservazione dei muscoli, possibile atrofia o perdita del tono muscolare. La malattia neuromuscolare può anche essere diagnosticata testando i livelli di varie sostanze chimiche e antigeni nel sangue e usando test di medicina elettrodiagnostica[16] tra cui elettromiografia[17] (misurazione dell'attività elettrica nei muscoli) e studi di conduzione nervosa .[18]

Nella valutazione delle malattie neuromuscolari, è importante eseguire esami muscolo - scheletrici e neurologici. I test genetici sono una parte importante della diagnosi delle condizioni neuromuscolari ereditarie.[16]

Gestione[modifica | modifica wikitesto]

In termini di trattamento per le malattie neuromuscolari (NMD), l’esercizio fisico potrebbe essere un modo per gestirle, poiché gli individui con NMD acquisiranno forza muscolare. In uno studio mirato ai risultati dell'esercizio, nella distrofia muscolare e nella malattia di Charcot-Marie-Tooth, quest'ultimo ha beneficiato mentre il primo non ha mostrato alcun beneficio; pertanto, dipende dalla malattia.[19] Altre vie di gestione per la NMD dovrebbero basarsi su procedure mediche e chirurgiche, sempre a seconda della causa sottostante.[20]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Neuromuscular Disorders: MedlinePlus, su www.nlm.nih.gov. URL consultato il 24 aprile 2016.
  2. ^ M Hill, The Neuromuscular Junction Disorders, in Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry, vol. 74, n. 90002, 2003, pp. ii32–ii37, DOI:10.1136/jnnp.74.suppl_2.ii32, PMID 12754327.
  3. ^ Myopathy Information Page: National Institute of Neurological Disorders and Stroke (NINDS), su www.ninds.nih.gov. URL consultato il 24 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 27 aprile 2016).
  4. ^ Jessica Kraker e Sasa a. Zivkovic, Autoimmune Neuromuscular Disorders, in Current Neuropharmacology, vol. 9, n. 3, 2011, pp. 400–8, DOI:10.2174/157015911796558000, PMID 22379454.
  5. ^ Nicol C Voermans, Nens Van Alfen e Sigrid Pillen, Neuromuscular involvement in various types of Ehlers-Danlos syndrome, in Annals of Neurology, vol. 65, n. 6, 2009, pp. 687–97, DOI:10.1002/ana.21643, PMID 19557868.
  6. ^ a b (EN) Michael Swash e Martin S. Schwartz, Neuromuscular Diseases: A Practical Approach to Diagnosis and Management, Springer Science & Business Media, 14 marzo 2013, p. 86,196, ISBN 9781447138341.
  7. ^ Template:EMedicine
  8. ^ Template:EMedicine
  9. ^ (EN) Vinay Kumar, Abul K. Abbas e Jon C. Aster, Robbins & Cotran Pathologic Basis of Disease, Elsevier Health Sciences, 5 settembre 2014, p. 382, ISBN 9780323296359.
  10. ^ Muscular Dystrophy Information Page: National Institute of Neurological Disorders and Stroke (NINDS), su www.ninds.nih.gov. URL consultato il 24 aprile 2016.
  11. ^ Janet Austin, Office of Communications and Public Liaison, Polymyalgia Rheumatica and Giant Cell Arteritis, su www.niams.nih.gov. URL consultato il 24 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2016).
  12. ^ Template:EMedicine
  13. ^ Template:MedlinePlusEncyclopedia
  14. ^ Template:EMedicine
  15. ^ Template:EMedicine
  16. ^ a b Craig M McDonald, Clinical Approach to the Diagnostic Evaluation of Hereditary and Acquired Neuromuscular Diseases, in Physical Medicine and Rehabilitation Clinics of North America, vol. 23, n. 3, 2012, pp. 495–563, DOI:10.1016/j.pmr.2012.06.011, PMID 22938875.
  17. ^ (EN) Basil T. Darras, H. Royden Jones, Jr Jr e Monique M. Ryan, Neuromuscular Disorders of Infancy, Childhood, and Adolescence: A Clinician's Approach, Elsevier, 3 dicembre 2014, p. 488, ISBN 978-0124171275.
  18. ^ Template:EMedicine
  19. ^ Template:EMedicine
  20. ^ William W Campbell, Treatment and Management of Segmental Neuromuscular Disorders, in Neuromuscular Disorders: Treatment and Management, 2011, pp. 261–284, DOI:10.1016/B978-1-4377-0372-6.00016-5, ISBN 9781437703726.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Ulteriori letture[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina