Magnitudo 10.5

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Magnitudo 10.5
Titolo originale10.5
PaeseStati Uniti
Anno2004
Formatofilm TV
Genereazione, drammatico, apocalittico
Durata152 min
Lingua originaleinglese
Rapporto1,33:1
Crediti
RegiaJohn Lafia
SceneggiaturaChristopher Canaan
Interpreti e personaggi
FotografiaDavid Foreman
MontaggioMichael N. Knue
MusicheLee Holdridge
ScenografiaDavid Fischer
Effetti specialiLee Wilson
ProduttoreLisa Richardson
Prima visione
Prima TV originale
Data2 maggio 2004
Rete televisivaNBC
Prima TV in italiano
Data24 maggio 2005
Rete televisivaCanale 5
Opere audiovisive correlate
SeguitiApocalypse - L'apocalisse

Magnitudo 10.5 (10.5) è un film del 2004 diretto dal regista John Lafia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Seattle viene colpita da un terremoto di intensità pari a 7.9 della Scala Richter. Poche ore dopo, un altro terremoto si verifica in California dove raggiunge gli 8.4 della scala Richter che provocherá la sparizione di un treno. La dottoressa Samantha Hill allora, esclusa l'ipotesi che la seconda scossa fosse solo di assestamento, elabora una teoria secondo la quale faglie profondissime e irrilevabili dagli strumenti interagiscano con faglie più superficiali e conosciute (come la faglia di San Andreas) creando una reazione a catena di terremoti di Magnitudo sempre più elevato. Questa teoria, inizialmente scartata da Roy Nolan capo della sicurezza, sarà poi ripresa in considerazione quando a San Francisco un terremoto raggiunge i 9.2 della scala Richter e provoca il crollo del Golden Gate Bridge. La dottoressa Hill studiando il percorso delle faglie propone allora di far esplodere 6 testate nucleari nel sottosuolo nel tentativo di bloccare la reazione a catena. Sfortunatamente, l'ultima carica viene posizionata in modo errato rendendo vano questo tentativo. Un ultimo terremoto colpisce, quindi, la California e raggiunge i 10.5 e modifica la geografia della costa ovest, facendo diventare la California un'isola staccata dalla terra ferma.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Messa in onda[modifica | modifica wikitesto]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha avuto un seguito nel 2006 sotto forma di miniserie: Apocalypse - L'apocalisse (10.5 - Apocalypse), con la stessa regia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]