Macintosh Classic II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Macintosh Classic II
Macintosh Classic 2.jpg
Classe di computer personal computer
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Produttore Apple Computer
Presentazione 21 ottobre 1991
Fine commercializzazione 13 settembre 1993
Prezzo di lancio $ 1 900
CPU 68030
Frequenza 16 MHz
FPU non presente
MMU non presente
L1 Cache 512 KB
Bus 16 MHz
ROM 512 KB
RAM di serie 2 MB
RAM massima 10 MB
Slot RAM 2 da 100 ns
Tastiera incorporata no
Display incorporato 9" monocromatica 512 x 384 a 1 bit
Drive incorporati 1 FDD (1 440 KB) e 1 HDD
Risoluzioni video 512 x 342
Ingresso audio 8 bit
Uscita audio 8 bit
Disco rigido 40 o 80 MB SCSI
Porte 2 Seriali,
1 altoparlante,
SCSI,
ADB
SO di serie System 7.0.1
Consumo 76 Watt
Peso 7,25 kg
Dimensioni (A x L x P) 33,54 x 24,6 x 28 cm
Sito Web www.apple.com/it/

Il Macintosh Classic II è un personal computer prodotto da Apple e commercializzato dal 21 ottobre 1991 al 13 settembre 1993.[1] È stato progettato come sostituto del Macintosh SE/30 e come evoluzione del Macintosh Classic.[2] Dal 14 settembre 1992 al 18 ottobre 1993 è stato commercializzato anche come Performa 200: rispetto al Classic II questo modello si differenzia per un fax/modem integrato e per un pacchetto di programmi compresi nel prezzo d'acquisto.[2][3] Fa parte della serie dei Macintosh Classic.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il Macintosh Classic II era tutto ciò che sarebbe dovuto essere il suo predecessore Macintosh Classic. Quando i dirigenti Apple decisero di sostituire il Macintosh SE con un altro computer all-in-one, per il Classic scelsero di utilizzare la stessa CPU del Macintosh originale, l'ormai datato processore Motorola 68000. Il Macintosh Classic riuscì a vendere bene grazie al prezzo inferiore ai 1.000 dollari ma risultò comunque un computer lento.[4] Per sostituire il Classic fu scelto di utilizzare la più prestazionale CPU Motorola 68030, la stessa del Macintosh SE/30, con una frequenza di 16 MHz, rendendo il computer molto più veloce del suo predecessore (anche se non tanto quanto il modello SE/30). Fu deciso anche di dotarlo di una RAM base doppia rispetto al Classic, 2 MB anziché 1 MB. La massima memoria utilizzabile dal computer fu fissata a 10 MB.[2]

Il monitor era il solito CRT da 9" in bianco e nero che caratterizzava tutti i modelli della serie. Volendo l'utente poteva acquistare la ScuzzyGraph II, una periferica esterna che si collegava al computer tramite la porta SCSI posteriore e che permetteva di visualizzare immagini a colore su un monitor esterno.[5]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Specifiche del Macintosh Classic, EveryMac.com. URL consultato il 09/09/2015.
  2. ^ a b c (EN) Dettagli del Macintosh Classic II, LowEndMac.com. URL consultato il 09/09/2015.
  3. ^ (EN) Macintosh Classic II, Apple-history.com. URL consultato il 09/09/2015.
  4. ^ (EN) Macintosh Classic, LowEndMac.com. URL consultato il 09/09/2015.
  5. ^ ScuzzyGraph & ScuzzyGraph II, LowEndMac.com. URL consultato il 09/09/2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Macintosh Classici

Macintosh | Macintosh 512K | Macintosh 512Ke | Macintosh XL | Macintosh Plus | Macintosh SE | Macintosh SE FDHD | Macintosh SE/30 | Macintosh Classic | Macintosh Classic II | Macintosh Color Classic | Macintosh Color Classic II