Apple Color Printer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Apple Color Printer
Presentazione dicembre 1992
Dismissione gennaio 1994
Processore  
Frequenza  
RAM minima  
RAM Massima  
Slot RAM  
ROM  
Porte SCSI
Tipologia Getto d'inchiostro
Colori 4
DPI 360
Velocità 1 Pagina per minuto BW, 0.3 Pagine per Minuto a Colori
Linguaggio QuickDraw
Potenza 30 Watt
Peso 10 Kg
Dimensione A L P 17, 52.1, 40.6 cm

Apple Color Printer è una stampante prodotta da Apple, fu presentata nel dicembre 1992. La Apple Color Printer è stata la prima stampante a getto di inchiostro a colori presentata da Apple. Era basata sulla meccanica di stampa della stampante Canon P691 Color. La sua risoluzione massima era di 360 punti per pollice (dpi) e si collegava al computer attraverso la porta SCSI. La stampante utilizzava il computer per eseguire i calcoli necessari alla stampa e per questo motivo era più economica di altri modelli che invece, essendo dotati di una logica più avanzata, avevano un costo maggiore. Il problema principale causato dal delegare l'elaborazione della stampa al computer era che normalmente la comunicazione tra computer e stampante era lenta e quindi anche la stampa risultava lenta. La Apple Color Printer non soffriva di questo difetto dato che la stampante e il computer utilizzavano il veloce bus SCSI per comunicare. Venne dismessa nel 1994 quando Apple presentò la prima stampante della serie Color StyleWriter.

Apple Portale Apple: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Apple