Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Licia (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Licia è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2][3][4].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Deriva dai greci Λυκιος (Lykios) e Λυκια (Lykia), nomi etnici adoperati per indicare i Lici, gli abitanti della Licia, regione dell'Asia Minore[1][2][3][4][5].

Il nome era relativamente comune nell'antica Grecia e dato soprattutto alle schiave (nel qual caso ne indicava effettivamente la provenienza)[3], oltre che essere, al maschile, un epiteto del dio greco Apollo[6]; non è invece documentato fra i romani se non con una trascurabile percentuali di usi del maschile Lycius[3]. In Italia, per quanto già utilizzato sporadicamente in epoca rinascimentale come ripresa colta del nome classico[2], è stato riscoperto nel Novecento, specie nella sua forma femminile, in seguito alla fortuna del romanzo di Henryk Sienkiewicz Quo vadis? e dei numerosi film da esso tratti, in cui Licia è l'eroina cristiana[1][2][3][4]. Secondo dati raccolti negli anni Settanta, è diffuso in tutto il territorio nazionale per la forma femminile, mentre il maschile è accentrato in Friuli-Venezia Giulia[4].

È in uso anche in spagnolo e Catalano, dove può in certi casi costituire un ipocoristico di Alicia[5].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

Nessuna santa ha mai portato questo nome, che quindi è adespota[3]; l'onomastico può essere festeggiato il 1º novembre, in occasioni di Ognissanti.

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Variante maschile Licio[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d La Stella T., p. 220.
  2. ^ a b c d e f g h i Galgani, p. 340.
  3. ^ a b c d e f g h Tagliavini, p. 420.
  4. ^ a b c d e f g h i j k De Felice, p. 131.
  5. ^ a b c d Albaigès i Olivart, p. 159.
  6. ^ a b c Sheard, p. 368.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi