Laura Bassi (nave)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Laura Bassi
RRS Ernest Shackleton BB.jpg
Descrizione generale
Civil Ensign of Italy.svg
TipoRompighiaccio
ProprietàOGS
Porto di registrazioneTrieste
Identificazionen. IMO: 9114256
CostruttoriKværner Kleven Leirvik A/S
CantiereNorvegia
Completamento1995
Nomi precedentiPolar Queen (1995-1999)
Ernest Shackleton (1999-2019)
Caratteristiche generali
Stazza lorda4028 tsl
Lunghezza80 m
Larghezza17 m
Velocità(di crociera) 12 nodi
Autonomia60 giorni
Equipaggio22 (membri dell'equipaggio) + 50 passeggeri

[1]

voci di navi mercantili presenti su Wikipedia

La Laura Bassi è una nave oceanografica, utilizzata per l'attività scientifica e il supporto logistico alle esplorazioni antartiche italiane.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Varata nel 1995 come MV Polar Queen per la GC Rieber Shipping, ha operato in Antartide per altri programmi nazionali. Il British Antarctic Survey l'ha noleggiata a lungo termine (bare boating) nell'agosto 1999 e rinominata RRS Ernest Shackleton (in onore dell'omonimo esploratore).[2]

Nel maggio 2019 è stata acquistata dall'Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale italiano grazie ad un finanziamento del MIUR per essere utilizzata come nave da ricerca e da supporto logistico in Antartide; per l'occasione, la nave è stata ribattezzata N/R Laura Bassi, in onore della prima scienziata al mondo a ottenere una cattedra universitaria.[1]

Al momento dell'acquisto risulta la prima nave della ricerca oceanografica italiana con capacità di operare in mari ghiacciati, arrivando a infrangere fino a 0,5 m di spessore. La nave si divide in un'area poppiera ad uso scientifico, con 90  di laboratorio e una pista di atterraggio per elicotteri da 10 t (Eurocopter EC225 Superpuma); un'area cargo centrale con gru da 50 t, gru telescopica da 10 t, 3.000  di spazio nella stiva e alloggiamenti per 2 container laboratori da 20'; un'area comando e alloggi per i 22 membri dell'equipaggio e fino a 50 membri di personale scientifico, a cui si aggiungono infermeria, palestra, spogliatoi, lavanderia, mensa, sauna e zone ricreative.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c N/R Laura Bassi, OGS.it
  2. ^ RRS Ernest Shackleton, British Antarctic Survey. URL consultato il 30 agosto 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]