Kjetil Løvvik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kjetil Løvvik
Dati biografici
Nazionalità Norvegia Norvegia
Altezza 178 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 2003
Carriera
Squadre di club1
1995 Haugesund Haugesund 14 (8)
1996 Brann Brann 4 (2)
1996 Valerenga Vålerenga 14 (4)
1997-1999 Brann Brann 57 (37)
1999-2000 Grasshoppers Grasshoppers 6 (1)
2000-2002 Lyn Oslo Lyn Oslo 65 (13)
2003-2004 Stord/Moster Stord/Moster  ? (?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 gennaio 2012

Kjetil Løvvik (Haugesund, 16 ottobre 1972) è un ex calciatore norvegese, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Løvvik giocò nello Haugesund, prima di passare al Brann. Esordì così nella Tippeligaen il 21 aprile 1996, quando fu titolare nel successo per 0-2 sul Vålerenga, segnando anche una rete.[1] Passò proprio in prestito al Vålerenga, nel corso della stessa stagione, debuttando con questa maglia in data 3 luglio, in occasione della vittoria per 2-1 sul Lillestrøm.[2] Non riuscì però a salvare la squadra, che retrocesse nella 1. divisjon.

Tornò allora al Brann, dove rimase per tre stagioni. Si trasferì poi agli svizzeri del Grasshoppers, per ritornare in patria l'anno seguente, accordandosi con il Lyn Oslo. Il primo match in squadra fu datato 30 aprile 2000, sostituendo Frode Birkeland e segnando poi il gol del definitivo 0-2 sul campo del Sandefjord.[3] Contribuì alla promozione del campionato 2000, per poi giocare altre due stagioni con il club, nella Tippeligaen.

Terminata questa esperienza, investì 1.000.000 di corone assieme al procuratore sportivo Terje Simonsen per fondare un nuovo club con base a Stord, lo Stord/Moster.[4] A febbraio 2003 lasciò il calcio professionistico per giocare nel suo nuovo club, oltre a mantenerne la proprietà.[5] Diventò un goleador prolifico, mentre nel 2004 il suo spazio diminuì.[6][7] Si ritirò così a fine stagione.[8] Nel 2005, il suo coinvolgimento nel club cessò completamente.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NO) Vålerenga - Brann, SK 0 - 2, fotball.no. URL consultato il 01-02-2012.
  2. ^ (NO) Vålerenga - Lillestrøm SK - MEN 1 2 - 1, fotball.no. URL consultato il 01-02-2012.
  3. ^ (NO) Sandefjord - Lyn 0 - 2(0 - 1), lynfotball.net. URL consultato il 01-02-2012.
  4. ^ (NO) Trond Sandvik, Skal tjene penger på millionsatsin in Bergens Tidende, 11 novembre 2002, p. 17.
  5. ^ (NO) Trond Sandvik, Klar for Stord/Moster FK in Bergens Tidende, 12 febbraio 2003, p. 20.
  6. ^ (NO) Trond Sandvik, På vei mot opprykk med røde tall in Bergens Tidende, 13 agosto 2003, p. 18.
  7. ^ (NO) Magnar Taule, Dobbel opprykksjubel på Stord in Bergens Tidende, 11 ottobre 2004, p. 15.
  8. ^ (NO) Trond Sandvik, Kravstor redningsmann in Bergens Tidende, 13 aprile 2005, p. 30.
  9. ^ (NO) – Ingen drøm som brast in Bergens Tidende, 13 gennaio 2006, p. 16.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]